Concertgebouw Circuit Brugge

Concertgebouw Circuit | Courtesy of Concertgebouw Brugge

 

INDIRIZZO: Bruges, Het Zand 34

EMAIL: info@concertgebouw.be

TELEFONO: +32 50 47 69 99

DESCRIZIONE: Il circuito di visita all'interno del Concertgebouw permette di immergersi in una struttura architettonica decisamente rivoluzionaria per lo stile neo-gotico di Bruges, ma di grande impatto scenografico, resa ancora più interessante dalla presenza di opere d’arte e installazioni sonore.
Inaugurato nel 2002, l'anno in cui Bruges era Capitale europea della Cultura, l'edificio è opera del duo di architetti di Ghent Paul Robbrecht e Hilde Daem.

Sono stati impiegati oltre 68mila mattoni di terracotta per rivestire le pareti esterne della costruzione, ma è soprattutto dall'interno che si apprezza una struttura che presenta una grande varietà di spazi modulari: una Concert Hall realizzata con le più sofisticate tecnologie, in grado di garantire una straordinaria acustica anche grazie ad apparecchi per l'umidificazione dell'aria, e una Chamber Music Hall dove la qualità del suono è decisamente più netta.
 
Percorrendo i corridoi del Concertgebouw si ammirano gigantesche finestre che aprono la vista sulla città, creando l'illusione di avere di fronte enormi quadri dipinti. Installazioni d'arte e di musica, inoltre, danno vita ad ambienti e atmosfere differenziate. Per esempio in Annunciazione, opera del cecoslovacco Pavel Buchler (2014), si scopre che le enormi campane sovrastanti la scalinata sono in realtà degli altoparlanti che emettono un incessante rumore.

Per il tetto del foyer più alto, gli architetti Robbrecht e Deam si sono ispirati al Philips Pavilion disegnato da Le Corbusier per l'Expo 58 a Bruxelles. In quest'area i visitatori possono interagire con un'installazione multimediale che celebra i progressi della tecnologia del dopoguerra.
Sul tetto del Concertgebouw, nello spazio esterno della terrazza, sono state collocate 20 piccole campane che un tempo appartenevano al campanile della città. I visitatori sono invitati a farle suonare.


LEGENDA:

museo
opera
monumento
parco
chiesa
negozio