L'Arte per la Natura

L'Arte per la Natura, Castello di Carovigno

 

Dal 08 Giugno 2014 al 07 Settembre 2014

Carovigno | Brindisi

Luogo: Castello di Carovigno

Indirizzo: via S. Anna 2

Orari: tutti i giorni 17-20; domenica e festivi 10-13 / 17-20

Curatori: Fondazione Museo Pino Pascali - Polignano a Mare (BA)

Enti promotori:

  • Regione Puglia

Telefono per informazioni: +39 0831 997245 / 0831 997228

E-Mail info: info@tarshito.com

Sito ufficiale: http://www.museopinopascali.it


Comunicato Stampa: Il progetto di rilancio nazionale e internazionale di Torre Guaceto al quale stanno lavorando il Presidente Mariella Milani e il Consiglio di Amministrazione prevede, fra l’altro, una serie di servizi atti a garantire una migliore fruizione turistica ed una destagionalizzazione delle iniziative della Riserva. 
In quest’ottica sarà realizzata una nuova segnaletica in grado di informare, sensibilizzare e guidare il visitatore attraverso un percorso che segnali i luoghi e i lidi più suggestivi e una “Via della Natura”, arredata con “sedute meditative” che inducano il visitatore ad una riflessione sui temi legati alla natura e alla salvaguardia dell’ambiente. 
L’obiettivo è quello di sensibilizzare il pubblico a “vivere” la Riserva con un maggior rispetto e senso di appartenenza. 
Oltre alle spiagge, uniche per la loro bellezza e frequentatissime durante la stagione balneare, la Riserva offre luoghi e scorci che possono essere trasformati in un vero e proprio “salotto della natura” destinato ad un turismo internazionale durante tutto l’anno. 
In attesa di poter realizzare un programma articolato e globale, è nata l’idea di creare un primo appuntamento culturale basato sul binomio arte-natura. 
Inoltre, potendo contare sulla disponibilità del Comune di Carovigno per una location come lo spettacolare Castello Dentice di Frasso, si è pensato di creare una sorta di fil rouge, allargando i confini della Riserva. Un mix di Arte Contemporanea, Natura e Storia, per valorizzare uno straordinario pezzo di Puglia. 
Una sfida che Rosalba Branà, Direttrice della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare, ha colto con entusiasmo. 
Sedi della Mostra la Torre d’avvistamento del 1531 della Riserva e il Castello del XIV secolo di Carovigno. 

L’Arte per la Natura 

Nel fragile tessuto geo-fisico territoriale in cui viviamo, la mostra di arte contemporanea intende proporsi come esempio di sostenibilità ambientale declinata in chiave artistica. 
Oggi siamo giunti ad una maggiore consapevolezza riguardo le relazioni arte-natura e, tenendo conto della complessità di un contesto nel quale la dimensione storico-culturale e il substrato naturale sono inestricabilmente connessi, la mostra sarà un ulteriore occasione per rafforzare il binomio ARTE e NATURA. 
Il percorso espositivo si snoderà tra la torre di avvistamento della Riserva di Torre Guaceto e il suggestivo Castello Dentice di Frasso di Carovigno. 
L’arte contemporanea dialogherà e si confronterà con la Natura e la Storia del nostro territorio, creando un percorso artistico che offrirà una nuova visione della bellezza naturalistica e culturale dei luoghi e uno spunto per riflettere sui pericoli che tali bellezze corrono a causa dei danni che provoca costantemente l’uomo. 
Sono 16 gli artisti pugliesi selezionati: Dario Agrimi, Miki Carone, Daniela Corbascio, Claudio Cusatelli, Guillermina De Gennaro, Giulio De Mitri, Raffaele Fiorella, Michele Giangrande, Claudia Giannuli, Iginio Iurilli, Christian Loretti, Pierpaolo Miccolis, Giampiero Milella, Massimo Ruiu, Francesco Schiavulli, Tarshito
Tra loro artisti di fama nazionale e internazionale, che vantano partecipazioni a importanti mostre in Italia e all’estero, altri sono giovani ed emergenti ma con un back ground ben strutturato. 
Sono 40 le opere che dialogheranno con la natura e la storia, rileggendo questi luoghi attraverso installazioni, sculture, opere site specific, create appositamente per il luogo. 
“L’Arte per la Natura” è destinata a coloro che amano la bellezza in tutte le sue forme ed espressioni. Un messaggio trasversale per chi vive la natura in modo lirico e contemplativo, chi la guarda attraverso il linguaggio dell’arte e chi invece è impegnato nel mondo etico-sociale. 
Obiettivo finale: rafforzare il legame con la Puglia e con le sue tradizioni, richiamando l’attenzione di stampa, personaggi del mondo della cultura e dei visitatori sulla necessità di difendere un pezzo di patrimonio naturale e storico del nostro paese. 


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI