Scripta Festival. L'arte a parole

Scripta Festival. L'arte a parole

 

Dal 17 Maggio 2017 al 21 Maggio 2017

Firenze

Luogo: Libreria Brac

Indirizzo: via de' Vagellai 18/r

Curatori: Pietro Gaglianò


Comunicato Stampa:
Il 17 maggio Scripta Festival prende vita nella Libreria Brac di Firenze. Questo progetto autoprodotto è una vera e propria manifestazione interamente dedicata al mondo dei libri e dell’arte. Nelle 4 giornate di cui è composto Scripta Festival permette di incontrare gli autori, scambiarsi le idee e confrontarsi sull’arte. Inoltre il festival è arricchito dalla musica, da video, da performance e dall’istallazione permanente “Art books chosen by artist” di Luca Pancrazzi.

Scripta Festival è un’idea che nasce nel 2011. Infatti a seguito della rassegna “Scripta l’arte a parole” sempre curata da Pietro Gaglianò per la Libreria Brac di Firenze, ha preso forma Scripta Festival. L’idea di un progetto che potesse mettere in relazione diversi tipi di arte. La Libreria Brac, che è un esempio di contemporaneità e sensibilità, è stata da sempre in rapporto dialogico con il mondo delle arti contemporanee. E così grazie al programma studiato da Pietro Gaglianò è nato questo programma di incontri. Dove è possibile riflettere sulle parole, sull’arte, sui libri e sul pensiero.
La risposta positiva da parte del pubblico nel corso del tempo ha permesso a Scripta Festival di diventare oggi un appuntamento fisso. Al festival si ritrovano i veri amanti della cultura. Infatti Scripta Festival è uno spazio in cui studiosi, artisti e appassionati si incontrano per confrontarsi e mettersi in discussione. Dopo 6 anni dalla sua nascita Scripta Festival è una prestigiosa vetrina per l’editoria e un appuntamento atteso.

Era indispensabile un altro festival di libri tutti sull’arte contemporanea, con prevalenza testi dedicati alla teoria, alla storiografia, libri capaci di enunciare posizioni, di raccontare la forma delle idee. Era indispensabile perché tutto quello che possiamo fare è tenere quanto più possibile aperti gli spazi per il pensiero e il confronto. Era indispensabile per ricucire la distanza tra il pubblico e una politica della produzione culturale sempre più centrata sulla spettacolarità delle proposte”
Queste sono le parole di Pietro Gaglianò, il direttore artistico, dietro cui si legge la passione e la voglia di mettere in primo piano l’arte. Scripta Festival è in questo modo un momento di riflessione in cui ritrovarsi.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI