“Memoria Viva” 1939 – 1945 Cassino

Alleati, Mezzi militari nella piana, Acquafondata, 1944

 

Dal 10 Settembre 2019 al 18 Ottobre 2019

Cassino | Frosinone

Luogo: Museo Historiale

Indirizzo: va S. Marco 23

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 06 33250375


Comunicato Stampa:
Martedì 10 settembre 2019, alle ore 18:30, verrà inaugurataufficialmente “Memoria Viva” 1939 – 1945 Cassino, un’esposizione interattiva gratuita sulla Seconda Guerra Mondiale, con particolare attenzione rivolta al territorio di Cassino, profondamente dilaniato dal bombardamentodel 10 settembre 1943
 
Obiettivo della mostra è quello di ricordare il passato e guardare al futuro in modo più consapevole, attraverso il ricorso a tecnologie innovative, come la realtà aumentata, e contenuti diretti e coinvolgenti, usando linguaggi diversi a seconda del pubblico di riferimento.
 
L’evento, ospitato presso il Museo Historiale di Cassino, in Via San Marco, 23, è organizzato da DBG Management & Consulting, e rientra nell’ambito del bando "Atelier, Arte, Bellezza e Cultura", una misura del Por-Fesr Lazio 2014-2020che promuove, attraverso un contributo a fondo perduto, la valorizzazione culturale di cinque luoghi storici del Lazio. La mostra sarà visitabile fino al 18 ottobre. In seguito, tutto il materiale resterà disponibile gratuitamente online.
 
Il percorso espositivo accompagnerà il visitatore attraverso suggestioni visive e uditive, ammirando un ampio archivio di vecchie fotografie restauratein formato digitale 3D, e ascoltando il racconto dei terribili fatti dell’epoca, raccontati da personaggi realmente esistiti, ricreati attraverso la realtà aumentata. Non solo soldati o comandanti, ma anche persone comuni, che in quel 10 settembre di 76 anni fa, ad appena un paio di giornidalla firma di quell’armistizioche sembrava segnare la fine di un incubo, videro cadere dal cielo una pioggia di bombe, che, nel giro di poche manciate di minuti, devastarono la terra che fino a quel momento era stata la loro casa.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI