Gemme dell'Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington

Picking Flowers, Pierre Auguste Renoir, National Gallery of Art, Washington

 

Dal 23 Ottobre 2013 al 23 Febbraio 2014

Roma

Luogo: Museo dell'Ara Pacis

Indirizzo: Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) - 00100 Roma

Orari: da martedì a domenica 9-19

Curatori: Isabella Colucci, Renato Miracco, Federica Pirani

Enti promotori:

  • Roma Capitale - Assessorato Cultura Creatività e Promozione Artistica
  • National Gallery of Art di Washington

Costo del biglietto: intero € 10, ridotto € 8

Telefono per informazioni: Tel. 060608

E-Mail info: info.arapacis@comune.roma.it

Sito ufficiale: http://www.arapacis.it/mostre_ed_eventi/mostre/gemme_dell_impressionismo


Comunicato Stampa: La mostra Gemme dell’Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington, nasce dall’incontro e dalla collaborazione di due grandi istituzioni, Roma Capitale - Assessorato Cultura, Creatività e Promozione Artistica, e la National Gallery of Art di Washington.
Verso la fine degli anni ‘20 del XX secolo, uno dei massimi esponenti del capitalismo statunitense, imprenditore e banchiere, Andrew W. Mellon, avviò quella che sarebbe poi diventata una delle collezioni d’arte più importante al mondo, con l’ambizione di abbracciare il meglio dell'arte europea dal medioevo al XVIII secolo. Dopo la sua morte, 1937, a raccogliere la sua eredità furono i figli, Paul ed Ailsa, i quali coltivarono la stessa passione del padre, arricchendo quella che a noi oggi è nota come Collezione Mellon ed è conservata, a seguito di una donazione, presso la National Gallery of Art di Washington.
Gli artisti francesi in genere e quelli impressionisti e postimpressionisti in particolare, hanno sempre avuto una grande preminenza nella collezione Mellon, non a caso ne annovera i capolavori più eloquenti. Ad occupare gli spazi espositivi del Museo dell’Ara Pacis di Roma saranno infatti artisti quali Manet, Monet, Degas, Renoir, Boudin, Pissarro, Bonnard, Toulose-Lautrec, Cèzanne, Gauguin, Van Gogh e Seurat.
La mostra realizza un focus sulle opere impressioniste e postimpressioniste della Collezione. È così che nasce un percorso espositivo unico nel suo genere, e reso possibile grazie al prestito di ben 68 opere, con l’intento di presentare al grande pubblico non una mostra qualunque di artisti impressionisti e postimpressionisti, ma una mostra che ambisca a comunicare un punto di vista diverso ed esclusivo, ovvero quello di una collezione d’arte privata, dunque opere acquisite secondo un’idea ed un gusto, del tutto personale quale quello del collezionista, filtrato, intimo, ma con la forza comunicativa che solo i grandi capolavori possiedono.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI