Solid Light Festival

Onionlab, Ulterior, Pantheon, Roma

 

Dal 19 Ottobre 2018 al 27 Ottobre 2018

Roma

Luogo: Sedi varie

Indirizzo: sedi varie

Enti promotori:

  • (institutional partner)
  • PressUP (technical partner)
  • Real Academia di Spagna (institutional partner)
  • Romeo Chef&Baker (food partner)
  • RUFA - Rome University Of Fine Arts (cultural partner)
  • Virtual Blast (communication partner)
  • Wired Italia (media partner)
  • Zero Roma (media partner)

Costo del biglietto: ingresso gratuito


Comunicato Stampa:
Dall’esperienza di ROmap Festival, il primo Light Interactive Festival di Roma che tra il 2015 e il 2016 ha coinvolto e appassionato oltre 100.000 spettatori, nasce Solid Light. Solid Light è il nuovo format creato da Lazy in partnership con Cappelli Identity Design. Quest’anno, nell’ambito di Videocittà, Solid Light farà il suo esordio trasformando il centro storico della Capitale in un museo di arte digitale a cielo aperto. 

Location di importantissima rilevanza storico artistica, distanti poche centinaia di metri tra di loro, costituiranno il percorso dell’evento. Solid Light esplora le nuove frontiere del mapping architettonico e delle arti digitali, coinvolgendo i più importanti artisti in ambito internazionale e i pionieri di questa nuova e spettacolare forma artistica. 

Dalla Basilica di Sant’Agostino che ospiterà un’opera in stereoscopia (3D) del collettivo turco dei Nerdworking, al Pantheon che sarà animato con luci e proiezioni dallo studio spagnolo Onionlab, alla Basilica di Santa Maria sopra Minerva che sarà trasformata dall’opera stereoscopica Diplopia, alla facciata del Tempio di Adriano affidata all’artista francese Romain Tardy. In via delle Muratte prenderà vita un’opera originale degli artisti romani NONE Collective. 

Ma Solid Light non si ferma nel centro storico e per la fine di Videocittà, in collaborazione con Fendi (main sponsor dell’evento) trasformerà la facciata del Palazzo della Civiltà Italiana nel più imponente mapping architettonico mai realizzato in Italia. L’opera sarà affidata al pioniere del mapping, l’ungherese László Zsolt Bordos, che ha ideato un’opera Site Specific che amplificherà la dimensione metafisica dell’edificio creando l’illusione che la pesante materia architettonica sia sostenuta dalla luce che acquisterà così lo stato solido.

Onionlab - "Ulterior" - Pantheon, Piazza della Rotonda, 19-20-21 ottobre, 25-26 ottobre; h 20-24.

Onionlab - "Diplopia" - Basilica di Santa Maria Sopra Minerva, Piazza della Minerva, 19-20-21 ottobre, 25-26 ottobre; h 20-24.

Nerdworking - "Ghost in the hell" - Basilica di Sant'Agostino, Piazza di Sant'Agostino, 19-20-21 ottobre, 25-26 ottobre; h 20-24.

Romain Tardy - "The drift" - Tempio di Adriano, Piazza di Pietra, 19-20-21 ottobre; h 20-24.

None Collective - "Freeze" - via delle Muratte, 19 ottobre; h 20-24.

László Bordos - "Lux Formae" - supported by Fendi - Palazzo della Civiltà Italiana, 27 ottobre; h 20-24. 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI