Untitled, 2020. Tre sguardi sull'arte di oggi

Thomas Houseago, Beautiful Boy, 2019. Installation View ‘Untitled, 2020. Three perspectives on the art of the present’ at Punta della Dogana, 2020 I Ph. Marco Cappelletti

 

Dal 18 Novembre 2020 al 31 Dicembre 2020

Venezia

Luogo: Sito web e canali social Palazzo Grassi

Indirizzo: online

Sito ufficiale: http://wwww.palazzograssi.it



La mostra collettiva “Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi” a Punta della Dogana, curata da Caroline Bourgeois, conservatrice presso la Pinault Collection, Muna El Fituri, artista e storica dell’arte, e Thomas Houseago, scultore inglese tra i protagonisti dell’esposizione, si sposta online grazie a video dedicati a ciascuna sala, podcast e video-interviste con gli artisti, sempre disponibili sui canali social e sul sito wwww.palazzograssi.it.
 
Accompagnati da Caroline Bourgeois, attraverso 20 video dedicati che, sala per sala, illustrano il percorso espositivo e grazie a interviste esclusive dal titolo “Ten minutes with” in cui la curatrice discute con gli artisti presentati in mostra, come Luc Tuymans, VALIE EXPORT, Alice Kettle, Hélène Delprat, Ser Serpas, per svelarne i processi creativi, il pubblico potrà proseguire nella visita e nella scoperta di “Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi”.
La mostra, sospesa lo scorso 5 novembre in rispetto delle misure di contenimento del Covid-19, è visitabile esclusivamente online, con l’eccezionale possibilità, per coloro che l’hanno già percorsa a Punta della Dogana, di approfondirne la conoscenza oppure di scoprirla per la prima volta, attraverso contenuti realizzati appositamente per essere fruiti in libertà.

Spaziando tra diversi media, dalla scultura al video, dalla pittura alla fotografia, le opere di oltre sessanta artisti si articolano in 18 sale, ciascuna dedicata a uno dei grandi temi al centro della ricerca artistica contemporanea, come la morte, la vita, il sesso, la politica. Il percorso espositivo di “Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi” si snoda intorno all’allestimento concepito a partire dall’atelier dell’artista inglese Thomas Houseago, scelto come simbolo del luogo di creazione per antonomasia: lo studio dell’artista, realizzato nel Cubo disegnato da Tadao Ando, il cuore di Punta della Dogana.
 
In occasione dell’anticipato disallestimento della mostra è ancora attivo sino al 27 novembre 2020 il bando lanciato da Palazzo Grassi – Punta della Dogana per la selezione di un soggetto, pubblico o privato, cui cedere al prezzo simbolico di 1€ sei pezzi di arredo, firmati dall’architetto Jeff Guga e realizzati per l’installazione site-specific della sala espositiva “Lo studio” ispirata all’atelier di Thomas Houseago.
Data l’imponenza e l’impossibilità di un riutilizzo da parte dell’istituzione, Palazzo Grassi ha scelto di promuovere un bando che garantisse una nuova destinazione d’uso collettivo a questi oggetti.
 
Continua anche il racconto delle mostre di Palazzo Grassi “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu” e “Youssef Nabil. Once Upon a Dream” per il momento sospese al pubblico, attraverso contenuti di approfondimento, interviste e conferenze online disponibili sui canali digitali dell’Istituzione.

Attività educative
 
Anche le attività educative di Palazzo Grassi continuano e inaugurano l’edizione 2020 - interamente online - di Grand Tour insieme al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma.
 
Venerdì 20 e sabato 21 novembre parte l’edizione 2020 di uno degli appuntamenti più attesi nella programmazione culturale di Palazzo Grassi – Punta della Dogana. Grand Tour invita musei e pubblico a seguire tavole rotonde e laboratori proposti ogni anno da un museo europeo invitato. Il programma ideato insieme al MAXXI, ospite dell’edizione 2020, prevede un calendario di due giornate dal titolo “La sfida della distanza”, che si compone da un incontro per professionisti del settore, accessibile su invito tramite la piattaforma Zoom e dedicato al tema della mediazione culturale e della sua capacità di coinvolgimento in un contesto digitale, e due laboratori per tutti su iscrizione, che si svolgono su Google Meet e invitano a riflettere sulle nozioni di spazio domestico e di spazio di separazione.
 
La proposta didattica di Palazzo Grassi – Punta della Dogana si arricchisce anche di una nuova Masterclass, condotta online nelle giornate di venerdì 4 e sabato 5 dicembre dall’information designer Federica Fragapane in collaborazione con Marta Foresti, Director di ODI Europe. I partecipanti saranno accompagnati nell’analisi di un progetto di visualizzazione di dati nelle sue molteplici forme, dalla scelta dei temi da rappresentare, all’analisi dei dati legati a tali temi, fino ad arrivare alla rappresentazione visiva.
La partecipazione è gratuita e riservata a chi in possesso degli elementi base della grafica e dell’utilizzo di strumenti digitali come Adobe Illustrator.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI