Art Tour nella Regione Marche

Le Marche celebrano l'arte tra mostre, festival e itinerari religiosi

Veduta della città di Urbino. Courtesy of Turismo Marche
 

Samantha De Martin

19/08/2016

Ancona - Mentre Recanati è candidata a stringere lo scettro di Capitale italiana della Cultura 2018, un ricco calendario di appuntamenti in programma da oggi fino al 2020, in occasione del Giubileo della Misericordia e degli anniversari della morte di Rossini e Raffaello, conduce i visitatori delle Marche alla scoperta delle eccellenze culturali e paesaggistiche della regione. Un territorio che dalla riviera adriatica agli itinerari medievali dell'entroterra, dai teatri alle architetture rinascimentali, seduce i suoi ospiti sulle tracce di Leopardi, Raffaello, Rossini.
 
Le mostre d’arte nella Regione Marche
La femminilità raccontata attraverso pitture e reperti archeologici. Il Palazzo dei Priori di Fermo accoglie, fino al 23 ottobre, un'originale esposizione dal titolo L'anello di Cupra. Icone della femminilità dalla preistoria a Rubens, da Van Gogh ai contemporanei.

Lorenzo de Carris e i pittori marchigiani del primo Cinquecento, da Luca Signorelli a Vincenzo Pagani, saranno invece in mostra fino al 2 ottobre, al Museo Piersanti di Matelica.
 
Per la prima volta in Italia, oltre 90 opere della collezione Cavallini-Sgarbi sono esposte, fino al 30 ottobre, nelle sale di Palazzo Campana a Osimo, in occasione della mostra Lotto, Artemisia, Guercino: le stanze segrete di Vittorio Sarbi. Si tratta di un’esposizione che riunisce opere diverse fra dipinti, disegni e sculture realizzate da alcuni grandi maestri delle principali scuole italiane dal Cinquecento all’Ottocento.
 
La Mole Vanvitelliana di Ancona accoglierà, dal 1° settembre al 30 ottobre, l'artista contemporaneo Bruno Mangiaterra con una serie di opere che invitano a riflettere sui temi di attualità dalla globalizzazione all'Europa delle increspature ideologiche.
 
Gli itinerari e le iniziative in occasione del Giubileo
Nell'ambito delle iniziative legate al Giubileo della Misericordia, il Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto ospita la mostra “Santa Maria Maddalena. Tra peccato e penitenza. Da Simone Martini a Canova”: un appuntamento in programma dal 3 settembre all'8 gennaio 2017, che ha come filo conduttore la figura di Maria Maddalena, ritratta in 40 capolavori provenienti da grandi musei, chiese e importanti collezioni d’Italia e del Vaticano.
 
A Senigallia, la Rocca Roveresca ospiterà, dal 29 ottobre al 29 gennaio 2017, un nucleo di opere della mostra “Maria Mater Misericordiae”, incentrata sul tema mariano.
 
Il poliedrico volto delle Marche, tra musei, spiagge e festival
Il territorio marchigiano dischiude preziosi gioielli tra musei, borghi antichi e bellezze paesaggistiche. Il Museo della Carta e della Filigrana e quello del Suono e del Pianoforte sono il fiore all'occhiello di Fabriano, autentico gioiello medievale.
Bisognerà invece attendere il 2017 per visitare il Museo dedicato a Federico II di Svevia, che verrà inaugurato a Jesi, presso Palazzo Ghislieri. Ammirare questa struttura, impreziosita da installazioni multimediali, è anche un'occasione per scoprire la città, con il Palazzo della Signoria, il settecentesco Teatro Pergolesi e il giardino all'italiana di Palazzo Pianetti.
 
Da non perdere, a circa 30 chilometri da Jesi, le Grotte di Frasassi, il complesso ipogeo che affascina i visitatori con le sue curiose sculture naturali.
Mare, paesaggi e arte si fondono lungo la Riviera del Conero. Questo frastagliato tratto di costa corre dal porto di Ancona a quello di Numana, attraversando spiagge e antichi borghi.
Da Castelfidardo, centro mondiale della fisarmonica, a Macerata, prestigioso parterre estivo del Macerata Opera Festival, il viaggio alla scoperta delle Marche è un'attraente miscellanea di svago, tradizione, arte.
 
Gli amanti della musica troveranno a Pesaro una nutrita agenda di appuntamenti, in programma fino al 2019 in occasione del 150° anniversario della morte di Rossini.
In attesa di celebrare, nel 2020, i 500 anni dalla morte di Raffaello, anche l'elegante borgo di Urbino sfodera le sue bellezze: da non perdere Palazzo Ducale e i capolavori di Raffaello, Tiziano, Piero della Francesca.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >