Inaugura il Museo Cordio

Opera di Nino Cordio
 

10/07/2007

Si inaugura sabato 14 luglio 2007 alle ore 18 a Santa Ninfa, in provincia di Trapani, il Museo «Nino Cordio», che la città natale ha voluto dedicare al grande incisore, scultore e pittore scomparso nell'aprile del 2000.

Il museo ha sede in un intero piano di un edificio polifunzionale che già ospita la biblioteca intitolata all’artista.
Ampio spazio nel percorso espositivo è dato alle incisioni, tecnica nella quale Cordio si è particolarmente affermato, con la riproposizione pressoché integrale del corpus di opere che fu esposto nella grande mostra allestita nel 1997 a Roma, alla Calcografia Nazionale.

La quarantennale carriera dell’artista è documentata anche da un’esauriente selezione di dipinti, sculture, affreschi, disegni, per un totale di circa 150 opere. Una sala ospita la ricostruzione dello studio di Cordio, con gli strumenti originali utilizzati nelle diverse tecniche, mentre all’attività didattica e documentaria sono dedicate una sala multimediale ed una sala per proiezioni video.
Il museo intende proporsi come una realtà attiva e propositiva sul territorio, organizzando mostre temporanee, incontri, presentazioni, oltre a fungere da stimolo e supporto per le nuove generazioni di artisti siciliani.

In occasione dell’inaugurazione viene presentato un nuovo catalogo-monografia, con un ampio apparato iconografico, antologia critica, apparati biografici e bibliografici.
Il percorso museale prosegue idealmente in diversi altri luoghi della cittadina, dove l’artista ha lasciato opere pubbliche o interventi site-specific.

Curatore scientifico del museo Cordio è il critico d’arte Massimo Mattioli.

Nino Cordio è nato a Santa Ninfa, in provincia di Trapani, il 10 luglio 1937. Ha studiato all’Istituto d’Arte di Catania e all’Accademia di Belle Arti di Roma. Successivamente ha frequentato l’Atelier di Friedländer a Parigi. Ha vissuto e lavorato tra Roma e Todi. Ha esposto i suoi lavori in numerose personali in Italia, Europa e America.
La sua prima mostra personale risale al 1961, alla Galleria Le Jarden des Arts di Roma. Fra le sue molte mostre si ricordano quelle tenute nel 1966 a Berlino, Neue Berliner Galerie, e Weimar, Kunsthalle; 1970 Roma, Galleria Il Gabbiano e New York, Marisa Del Re Gallery; 1982 Bologna, Galleria Forni; 1984 Todi, Sala del Capitano e Bruxelles, Galerie Duszapatÿn Karolczak; 1988 Rio de Janeiro, Museo Nazionale di Belle Arti; 1993 Todi, Sala delle Pietre; 1995 Bad Ragaz (CH), To Be Gallery.
Una sua grande esposizione antologica, “Incisioni 1957-1997”, presentata dall’Istituto Nazionale per la Grafica e dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali a cura di Paola Coccia Desogus, è stata allestita presso la Calcografia Nazionale, la Fondazione Orestiadi di Gibellina e presso il centro Le Ciminiere di Catania.
Nel 1998 ha esposto ancora in Umbria, alla Galleria Extra Moenia di Todi, con una mostra presentata dagli amici scrittori Andrea Camilleri ed Enzo Siciliano.
È morto a Roma il 24 aprile 2000.
Nel 2001 gli ha dedicato una retrospettiva a Racalmuto la Fondazione Sciascia.  

Museo «Nino Cordio»
Inaugurazione: sabato 14 luglio 2007 - ore 18.00
Sede: Piazza Aldo Moro - 91029 Santa Ninfa (TP)
Per informazioni: 3496902082 - info@museocordio.net
Internet: www.cordio.net - www.museocordio.net


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >