Dal 4 al 10 aprile sul piccolo schermo

La settimana in tv si accende con Pontormo e Doisneau, il grande ritrattista della felicità

Robert Doisneau, Le baiser de L’Hotel De Ville, 1950 | © Atelier Robert Doisneau
 

Samantha De Martin

04/04/2022

Per molti fu il più grande ritrattista della felicità umana. E in effetti, dietro la sua immagine più celebre, Il bacio dell'Hôtel de Ville, c’è tutto il tentativo di Robert Doisneau di trasformare la fotografia in balsamo per gli occhi, in un viatico cui aggrapparsi in tempi duri.
In occasione dei cento anni dalla nascita del fotografo francese, il prossimo 14 aprile, il piccolo schermo dedica all’artista uno degli appuntamenti più attesi nel palinsesto settimanale. Lo sguardo attraverso l’obiettivo proseguirà con Ugo Mulas, mentre la pittura si farà spazio attraverso Pontormo, Amedeo Modigliani e il mistero racchiuso nel Salvator Mundi di Leonardo.
Ecco gli appuntamenti con l’arte da non perdere dal 4 al 10 aprile.


Pontormo, Visitazione, 1528-1530, olio su tela, Carmignano (Prato), Propositura dei Santi Michele e Francesco

Le “Italie invisibili” si svelano su Sky Arte
Il lunedì si Sky Arte ci porta sulle tracce di Pontormo. Alle 18.20 questa figura eccentrica, il cui carattere particolare emerge anche dai diari, sarà al centro della serie "Grandi Maestri". Artista tra i più moderni grazie alla sua straordinaria sensibilità, Pontormo stupisce con la sua idea del colore che si manifesta in capolavori come la Cappella Capponi, nella chiesa di Santa Felicita a Firenze, o nella Visitazione di Carmignano, opere che conservano intatta la loro forza visiva.

Il palinsesto di Sky prosegue sul filo della pittura, con una delle storie d’amore più travagliate di sempre. Mercoledì 6 aprile alle 18.50 Amedeo Modigliani & Jeanne Hébuterne, una produzione originale Sky Arte, ci mette sulle tracce del legame, tanto romantico quanto tragico nel finale, che unì Modì all’adorata Jeanne. Il pubblico è invitato a entrare nelle pieghe più intime e nascoste di questa relazione per riscoprirla grazie a materiali inediti.


Italie invisibili, dall'episodio "Benevento la Longobarda"

Dai maestri del pennello alla bellezza più nascosta tra i paesaggi della penisola. Il giovedì di Sky è dedicato alle “Italie invisibili” - una produzione Sky Original disponibile anche on demand e in streaming su NOW - che conduce tra le atmosfere solo apparentemente svanite di alcuni luoghi di Lazio, Marche, Campania, Valla d’Aosta, Piemonte e Calabria. Suggestivi scorci rivivono oggi grazie al racconto di archeologi, storici e studiosi d’arte antica capaci di far “parlare” il paesaggio, ripercorrendo percorsi alternativi e sorprendenti, autentica ricchezza del nostra storia.
Giovedì 7 aprile alle 21.15 il quarto episodio della serie, Benevento la Longobarda, presenterà in prima visione il Ducato di Benevento, l'unico dei territori longobardi a mantenere de facto la propria autonomia culturale per quasi trecento anni, producendo forme altamente originali in tutte le arti, dall’architettura alla pittura, dalla miniatura alla musica. Alla fine dell’ottavo secolo, concluso il Regno longobardo d’Italia, sottomesso ai Franchi, ed elevato il Ducato a Principato, Benevento era indicata come "altra Pavia", a sottolinearne quel ruolo di città capitale politica e culturale, che sarà oscurato solo nel XI secolo con la conquista normanna e l’annessione da parte del Papato.

La settimana di Sky si conclude nel segno del mistero. Sabato 9 aprile alle 21.15 Salvator Mundi: il mistero Da Vinci ci accompagna tra i segreti del mondo dell'arte attraverso la vicenda del dipinto Salvator Mundi, attribuito a Leonardo e diventato il quadro più costoso al mondo.


Salvator Mundi attribuito a Leonardo da Vinci, 1490-1519. Olio su tavola. Collezione privata, Abu Dhabi I Presumably Leonardo da Vinci, Public domain, via Wikimedia Commons

Art Night e l’omaggio alla fotografia, da Doisneau a Mulas
Su Rai 5 il venerdì di Art Night è nel segno della fotografia. In occasione dei cento anni dalla nascita del più grande “ritrattista della felicità umana”, che ricorrono il prossimo 14 aprile, Robert Doisneau – La lente delle meraviglie di Cémentine Deroudille consegna al pubblico lo straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, che, attraverso capolavori come Il bacio sedusse gli appassionati con il suo approccio umanista.
Il film racconta la vita di Robert Doisneau, da giovane ragazzo delle periferie a superstar dello scatto, fornendo un ritratto televisivo che ripercorre la sua vita con uno sguardo dietro le quinte, nel cuore della sua creatività, raccontato grazie a lettere, quaderni, provini, immagini, filmati di famiglia.

A seguire, il programma di Silvia De Felice e di Emanuela Avallone, Massimo Favia, Alessandro Rossi, con la regia di Andrea Montemaggiori, condotto da Neri Marcorè accenderà un focus su un documento dalle Teche Rai con Ritratti – protagonisti della cultura a Milano. Fotografia. Ugo Mulas 1989 realizzato dalla moglie Antonia Mulas. Dai ricordi e dalle testimonianze di artisti come Robert Rauschenberg, Roy Lichtenstein e del gallerista Leo Castelli emerge un Mulas pioniere nella fotografia d’arte, il primo a raccontare attraverso i suoi scatti l’arte nel momento della sua creazione.
Su Rai 5 ne seguiremo il ritratto in bianco e nero attraverso un racconto in prima persona che testimonia il suo lavoro e la sua passione per la fotografia, dagli esordi al Caffè Jamaica di Milano all’esperienza nell’America della Pop Art, fino alle ultime riflessioni sulle potenzialità del mezzo fotografico. Ad arricchire e attualizzare questo documento saranno i contributi del critico Costantino D’Orazio, del fotografo Aurelio Amendola e della gallerista Lia Rumma che oggi lavora a stretto contatto con l’Archivio Ugo Mulas.


Robert Doisneau – La lente delle meraviglie di Cémentine Deroudille, Manifesto | Courtesy Art Night

Il Medioevo delle Cattedrali in onda su Rai Storia
Dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente, al termine di invasioni, carestie, epidemie ha inizio un processo che porterà ad un nuovo sviluppo economico, culturale, demografico. Questa “rinascita dell'anno mille” che interessa l'Europa e l'Italia prende forma attraverso la costruzione di cattedrali senza precedenti per forma e ricchezza. Proprio questi suggestivi edifici sono i protagonisti del nuovo appuntamento con Italia, viaggio nella bellezza - scritto da Stefano Di Gioacchino e diretto da Marzia Marzolla - in onda lunedì 4 aprile alle 21.10 su Rai Storia.
Il viaggio ci porta ad Aquileia dove, all’indomani della distruzione della città romana, il vescovo Popone cerca di riportare la città agli antichi fasti attraverso la costruzione della nuova basilica. L'itinerario proseguirà da Pisa a Modena per arrivare a Monreale dove Guglielmo II, l'ultimo re normanno di Sicilia, fece edificare un duomo che racchiude in sé il meglio dell'arte occidentale, araba e bizantina.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >