Frammento del libro dei Morti

Musei del Castello Sforzesco

 
DESCRIZIONE:
E’ un frammento di rotolo risalente alla XVIII dinastia. Il Libro dei morti era un papiro sul quale gli antichi egizi scrivevano in geroglifico formule magico-religiose che dovevano servire al defunto nel suo viaggio nell'aldilà, per consentirgli di vivere nel mondo ultraterreno. Il papiro veniva posto nella tomba, o a volte direttamente nel sarcofago, assieme ai tesori e alle suppellettili necessari per l'anima in viaggio.
COMMENTI
Mappa