Biografia

Edouard Manet nasce a Parigi il giorno 23 gennaio 1832 ed è stato è stato un pittore francese considerato il maggiore interprete della pittura pre-impressionista e impressionista.

Nato in una famiglia benestante, sin da giovane Ėdouard vorrebbe intraprendere la carriera artistica che non gli viene però concessa dal padre, che lo iscrive prima al Collège Saint Rolin nel 1839 e poi prova ad avviare il figlio alla carriera nella Marina militare imbarcandolo diciassettenne nella nave "Le Havre et Guadalupe" con destinazione il Brasile.

Manet torna a Parigi dopo questo viaggio e riesce a convincere il padre a lasciarlo libero di diventare un artista e nel 1850 entra come aiutante nell'atelier del celebre ritrattista francese Thomas Couture dove rimarrà per sei anni a lavorare.

Manet dopo l'esperienza da Couture viaggerà molto, visitando l'Olanda, l'Italia, l'Austria, la Germania e studiando lo stile e le opere di grandi maestri come Giorgione, Goya, Velazquez, Tiziano e i pittori olandesi e fiamminghi del '500 e '600.

Dal 1856 studia presso l'Accademie, sotto la guida di Léon Bonnat e qui conosce anche celebri artisti e numerosi intellettuali e grazie alla pittrice francese Berthe Morisot, stringe amicizia con il circolo dei pittori impressionisti Edgar Degas, Camille Pissarro, Claude Monet, Alfred Sisley, Pierre-Auguste Renoir, Paul Cézanne e successivamente del poeta e scrittore francese Charles Baudelaire.

A cavallo tra il 1862 e il 1865 realizza due delle sue opere più famose: Le déjeuner sur l'herbe e Olympia, dipinti che vengono esposti al Salon, generando giudizi molto negativi da pubblico e critica.

Nonostante il suo esplicito distacco verso l'impressionismo (non partecipò mai ad alcuna esposizione impressionista) egli è considerato uno degli artisti che ha maggiormente contribuito alla nascita del movimento e dal 1873 in poi nelle sue opere è evidente l'utilizzo di uno stile pittorico impressionista a cui unisce il suo particolare uso del colore nero, caratteristica unica e distintiva della sua arte. Una delle opere più celebri che egli realizza in questi anni è Bar aux Folies Bérgere, in cui sono evidenti i riferimenti allo stile di Claude Monet.

Nel 1879 l'artista è colpito dalla atassia locomotoria, una malattia che lo accompagnerà sino alla morte che giunge nel 1883 all'età di 51 anni.

COMMENTI:

Notizie dal Web

                    

Vedi Anche