Umberto Spironello. Il '900 di Siro

Siro, Ester all'uscita dell'umanità, 1970 (part.)

 

Dal 21 Ottobre 2017 al 04 Novembre 2017

Bologna

Luogo: Galleria Farini Concept

Indirizzo: via San Vitale 23/a

Orari: da martedì a domenica 15.00 - 19.00

Curatori: Letizia Rostagno

Telefono per informazioni: +39 051 4846975

E-Mail info: galleriafarini@libero.it

Sito ufficiale: http://www.galleriafarini.it


Comunicato Stampa:
Nato a La Spezia il 22 aprile del 1909 e morto a Bologna nel 2002, Siro (così si firmava Umberto Spironello) è stato attivo sia come violinista - nella duplice veste di concertista e di Primo violino dell'Orchestra Rai - che come pittore, con un'intensa e continua attività creativa costellata da mostre e partecipazioni al dibattito artistico romano e internazionale. Ha avuto giovanissimo l'incoraggiamento di Modigliani e come maestro e amico Giacomo Balla.
Formatosi per lo più a Roma, la sua opera pittorica si è nutrita in modo percepibile del rapporto e delle analogie tra musica e pittura, i cui linguaggi vissero nel Novecento una stagione irripetibile di confronti e d’ideali comuni che ne rafforzarono le rispettive capacità comunicative. Il suo percorso è degno di attenzione non solo per alcuni suoi esiti personali e originalissimi – le opere con il fumo di candela, per esempio - ma anche per essere, con il dinamismo della sua “umanità ansiosa”, espressione di una lunga stagione dell’arte italiana. La collezione Finelli, qui in mostra con più di cento opere, raccoglie dipinti e disegni che ricostruiscono il percorso paradigmatico di una voce significativa del “secolo breve”.

Inaugurazione sabato 21 Ottobre 2017 ore 17
Precederà la presentazione del libro SIRO – Umberto Spironello Traiettorie nel ‘900 di Letizia Rostagno Interventi di Giorgio Bonomi e Giuseppe Fausto Modugno Lupetti Editore “La vita di Siro, intensa di esperienze umane, non poteva che risolversi in arte. Prima si è indirizzato verso la musica, poi ha preso un avvio più congeniale, più personale, più persuasivo: la pittura.
C'è stata prima l'intensa attività futurista, poi l'umanità ansiosa di Siro, tesa alla scoperta sempre più profonda del mondo fisico dal quale siamo circondati, si è risolta in un fantastico intrecciarsi di mondi in continuo divenire.” (G. Sarchielli)
Introducono: Giorgio Bonomi, Giuseppe Fausto Modugno, Fausto Lupetti e Letizia Rostagno

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI