Mutazioni. Fotografie di Maurizio Fantoni Minnella

© Fotografie Maurizio Fantoni Minnella | Fotografie Maurizio Fantoni Minnella, Specchio, 2015

 

Dal 02 Luglio 2017 al 03 Settembre 2017

Genova

Luogo: Museo Raccolte Frugone

Indirizzo: via Capolungo 9

Orari: da martedì a giovedì 9-19; venerdì 9-19; venerdì 7 e 28/7 - 4 e 25/8 - 1 e 22/9 - 6/10 : ore 9 -21 sabato e domenica 10-19.30; lunedì chiuso

Costo del biglietto: intero € 5, ridotto € 3

Telefono per informazioni: +39 010 3726025


Comunicato Stampa:
Mostra di 31 fotografie a colori in grande formato, già ospitata a Palazzo Terragni di Lissone nello scorso aprile.

Manifesti strappati, locandine consumate dal tempo, muri rivestiti di volti e corpi vicini e sovrapposti, vecchi poster pubblicitari, slogan scoloriti. Un mondo di immagini e parole che testimonia il passare del tempo, la storia che corre, le stagioni che si succedono senza fine
. E’ ciò che l’autore ha riassunto con una sola parola: "Mutazioni". Una serie di fotografie realizzate in tutto il mondo dal varesino Maurizio Fantoni Minnella, regista e scrittore, "poeta/profeta della visione", ma anche un "cacciatore di fantasmi", che ha accumulato un ricco lavoro fotografico portato avanti per anni.
Una galleria di scatti urbani racchiusa in un catalogo e una mostra, che è stata ospitata a Lissone (MB), presso Palazzo Terragni lo scorso aprile.

Una poetica che trova ragione d’essere in un mondo apocalittico: Fantoni Minnella – molto legato al capoluogo ligure, cui ha dedicato,  nel 2014,  il volume “Genova. Ritratto di una città” e  che a Genova collabora da tempo col Festival della Poesia curando la sezione cinematografica delle Poevisioni -  è l’autore di un romanzo dal titolo ”Il viaggiatore delle catastrofi”, il cui protagonista accorre a portare aiuto alle vittime di catastrofi naturali o causate dall’uomo.

C’è dunque una scelta di puntare lo sguardo su un mondo che si consuma, si degrada, esplode in un mare di frammenti. Un universo apocalittico, un day after delle ideologie e della storia che si manifesta nei poster fotografati dall’autore varesino, come è stato di recente scritto. Scatti dal mondo contemporaneo che l’opera di Fantoni Minnella ferma per sempre, testimonianza perenne del mondo che c’era.

In collaborazione con l'Associazione Freezone

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI