Pop-up. La magia dei libri

Internationaler Circus Cartotecnico: Lothar Meggendorfer Editore: J.F. Schreiber, Esslingen sul Neckar 1887. In mostra: Il più grande circo, Rizzoli, Milano 1979

 

Dal 08 Dicembre 2017 al 18 Febbraio 2018

Cecina | Livorno

Luogo: Fondazione Culturale Hermann Geiger

Indirizzo: piazza Guerrazzi 32

Costo del biglietto: ingresso gratuito


Comunicato Stampa:
Splendide illustrazioni, pagine animate e storie che prendono vita grazie a coloratissime figure tridimensionali. È un viaggio nello straordinario mondo dei libri in rilievo quello che la Fondazione Culturale Hermann Geiger propone ai visitatori della mostra “Pop-up. La magia dei libri”, in programma a Cecina, nelle sale espositive della Fondazione (piazza Guerrazzi 32), da venerdì 8 dicembre a domenica 18 febbraio 2018. L’esposizione, aperta tutti i giorni dalle 16 alle 20, a ingresso gratuito, raccoglie oltre cento opere di cartotecnica della collezione di Massimo Missiroli, nelle quali complesse armonie di meccanismi e pieghe danno vita a illustrazioni animate, che da oltre un secolo affascinano adulti e bambini. E infatti, chi non si è mai innamorato almeno una volta di un libro pop-up? Il fascino di questi particolari testi illustrati non cattura solo l’attenzione dei più piccoli, ma anche quella dei più grandi, grazie a vivaci colori e forme elaborate che si intrecciano in esecuzioni di una bellezza spesso sorprendente. 

La Fondazione Geiger propone quindi un percorso nel tempo, per rivivere la sorpresa e lo stupore generati dall’apertura dei volumi tridimensionali attraverso le epoche. La selezione dei titoli esposti vuole tracciare un’ampia panoramica dell’evoluzione delle tecniche utilizzate per conferire volume alle immagini al momento dell’apertura delle pagine e che permettono loro di ripiegarsi una volta chiusa la copertina. Sono infatti esposti volumi di maestri della cartotecnica di ieri e di oggi, come Ernest NisterVojtěch KubaštaRobert Sabuda. È anche interessante notare come, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, l’estetica delle illustrazioni tridimensionali e la scelta dei temi abbiano riflettuto il gusto delle diverse epoche, così che è possibile ammirare ‒ fra l’altro ‒ delicate scenette di vita bucolica, fiabe tradizionali, e moderne produzioni cinematografiche nella loro trasposizione cartotecnica. Dai primi volumi che includevano soltanto alcune illustrazioni in rilievo, dedicati esclusivamente a bambini di famiglie benestanti, ai moderni pop-up nei quali le strutture svettano dalle pagine di quasi cinquanta centimetri, delizia per appassionati e collezionisti di tutte le età, molte cose sono rimaste tuttavia invariate. La progettazione, ad esempio, è sempre affidata al paper-engineer, o cartotecnico, che dosa con capacità ed estro le pieghe e le strutture necessarie ad animare le illustrazioni; inoltre, il montaggio di ogni singolo libro, nonostante le tirature, è realizzato esclusivamente a mano da operai specializzati che assemblano, incollano e piegano ogni singolo elemento dei pop-up. Infine è rimasto identico il principio che anima ogni libro, ovvero quello di generare meraviglia negli occhi di chi lo apre.

Il percorso espositivo si sviluppa a ritroso, dai volumi più recenti a quelli più antichi, risalenti al XIX secolo, in una scenografia giocosa che richiama alcuni elementi delle illustrazioni tridimensionali dei libri animati. Per far vivere al visitatore la sorpresa del dispiegarsi delle immagini, alcune postazioni video presenti nelle sale proiettano il momento in cui il pop-up viene aperto. A corredo dell’esposizione è realizzato un catalogo che raccoglie testi sull’argomento e immagini della maggior parte dei libri esposti. La mostra, come tutte le iniziative della Fondazione Geiger, ha ingresso libero ed è aperta tutti i giorni, festività comprese.

Tutti i giorni dalle 16 alle 20

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI