Arte e Salute. Alle radici della prevenzione

Arte e Salute. Alle radici della prevenzione, Palazzo Pirelli, Milano

 

Dal 15 Maggio 2019 al 29 Maggio 2019

Milano

Luogo: Palazzo Pirelli - Spazio Eventi

Indirizzo: via Fabio Filzi 22

Orari: dal lunedì al giovedì: 9.30-17.30; venerdì: 9.30-13. Apertura straordinaria di Palazzo Pirelli: domenica 26 maggio 2019 dalle 11.00 alle 20.00. In questa occasione, sarà possibile visitare la mostra e il Belvedere Enzo Jannacci (31° Piano).

Curatori: Francesca Bianucci, Chiara Cinelli

Enti promotori:

  • SIBioC - Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica
  • Patrocinio di
  • Città Metropolitana di Milano
  • Comune di Milano
  • ERSAF - Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste Regione Lombardia
  • SIN - Società Italiana di Neonatologia
  • SIP - Società Italiana di Pediatria
  • SIGO - Società Italiana Ginecologia e Ostetricia
  • UROP - Urologi Ospedalità Privata

Costo del biglietto: ingresso gratuito


Comunicato Stampa:
L’albero come simbolo di bellezza, di vita, di salute e soprattutto di eredità personale. E’ il filo conduttore della mostra collettiva d’arte contemporanea Arte e Salute. Alle radici della prevenzione, promossa da SIBioC, Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica, nell’ambito del progetto digitale Family Health.

L’esposizione, che rimarrà aperta fino al 29 maggio a Milano, nello Spazio Eventi di Palazzo Pirelli, è stata inaugurata dal Presidente del Consiglioregionale Alessandro Fermi e dall’assessore al Welfare Giulio Gallera.

Le 35 opere in mostra, realizzate da un gruppo di illustri artisti e giovani talenti, tracciano un percorso espositivo multidisciplinare e disegnano un racconto armonico capace di stimolare nell’osservatore una riflessione originale e inedita su tematiche riguardanti il benessere della persona e della collettività.

L’albero
, tema attorno al quale si snoda la mostra, veicola in chiave estetica e simbolica messaggi di primaria importanza che costituiscono il cuore del progetto ‘Family Health’, nato nel 2017 su iniziativa di Giuseppe Agosta, Presidente di Biomedia S.r.l., partner dell’evento: sensibilizzare le persone sull’importanza della conoscenza della storia clinica personale e familiare per attuare un percorso di prevenzione mirata ed efficace, a tutela della propria salute e di quella della propria famiglia. Fulcro del progetto, che comprende anche un magazine curato da un board di specialisti in medicina, alimentazione, psicoterapia e benessere, è il Fascicolo Sanitario Digitale personale (FSDp) che consente di archiviare tutti i dati sanitari personali e della propria famiglia, facilitando così la condivisione di tali informazioni con il medico curante e consentendo di monitorare la “storia clinica” familiare come vero e proprio atto di prevenzione.
 
Una mostra creativa, interessante e innovativa- ha affermato il Presidente Alessandro Fermi– che siamo orgogliosi di presentare qui oggi e che promuove il tema della salute e del benessere. L’Albero rappresenta universalmente la vita e il suo perpetuo rinnovarsi. In esso sono racchiusi i valori fondanti della società lombarda: le radici che indicano il legame profondo con il territorio, la robustezza e lo sviluppo di nuovi germogli che richiamano alla dimensione della famiglia e a un processo costante di crescita ed evoluzione. In questo quadro la prevenzione e la cura della salute rivestono un carattere fondamentale”.

“Il tema della prevenzione è strategico – h
a osservato l’assessore al Welfare Giulio Gallera– e siamo impegnati a lavorare affinché il primo passo in questa direzione sia vivere secondo uno sano stile di vita. Portare l’arte in questo settore rappresenta un valore aggiunto”.

Sergio Bernardini
, Presidente SIBioC, ha sottolineato che “c’è voluta tenacia per realizzare questo lavoro nato per diffondere i messaggi di ‘Family Health’, che prima di tutto promuove il coinvolgimento attivo della persona nel prendersi cura della propria salute”.

Presente al taglio del nastro anche il Presidente dell’ErsafAlessandro Fede Pellone che patrocina l’iniziativa: “Il benessere dell’uomo è strettamente correlato a quello del territorio e una sana educazione al rispetto dell’ambiente procura benessere in chi ci vive”.

"Si tratta di portare al centro del dibattito l’uomo – hanno concluso le curatrici della mostra Francesca Bianucci e Chiara Cinelli - e l’arte esercita un ruolo fondamentale nel favorire il soddisfacimento delle aspirazioni umane, contribuendo al benessere della persona. E di questa tensione che muove l’essere umano, l’Albero, quale ideale elemento di congiunzione tra la Terra e il Cielo, è forse l’immagine più emblematica”.
 
Gli artisti della mostra collettiva
Mario Campanile, AnnaLaura Cantone, LeoNilde Carabba, Claudio Caserta, Chiò, Silvia Cibaldi, Elisabetta Cusato - Eliscus, Pino Di Gennaro, Gian Paolo Dulbecco, Lello Esposito, Valerio Gaeti, Emilio Gianni, Daniela Giovannetti, Ugo La Pietra, Le Sauvage Décorateur, Margherita Leoni, Domenico Liguori, Lucio Liguori, Pasquale Liguori, Simona Lombardo e Alberto Pigato, Maria Mulas, Claudio Onorato, Valentina Piacenza, Carlo Previtali, Tiziana Priori, Daniela Rancati, M&G Redaelli, Edoardo Romagnoli, Monica Rossetti, Marco Rossini, Jeannette Rütsche - Sperya, Luca Sciortino, Marcello Sèstito, Anna Sutor, Luciano Mello Witkowski Pinto.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI