I have a dream. La lotta per i diritti civili degli Afroamericani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King

© Ph. Dorothea Lange / Farm Security Administration/Office of War Information Photograph Collection The Library of Congress | Mezzadro mangia nel portico. Giugno-luglio 1937, Clarksdale County, Mississippi, U.S.A

 

Dal 31 Marzo 2018 al 23 Giugno 2018

Milano

Luogo: La Casa di Vetro

Indirizzo: via Luisa Sanfelice 3

Orari: Da lunedì a sabato dalle 15:30 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 19:00). Giovedì dalle 15:30 alle 18:00 (ultimo ingresso alle 17:30). Domenica chiuso

Curatori: Alessandro Luigi Perna

Costo del biglietto: € 5. Al mattino su appuntamento con possibilità di visite guidate e/o fotoproiezioni commentate: Visite guidate € 8; Foto-proiezioni commentate € 10

Telefono per informazioni: +39 02.55019565

E-Mail info: federica.candela@effeci-facciamocose.com

Sito ufficiale: http://www.history-and-photography.com


Comunicato Stampa:
In occasione del cinquantenario dell’assassinio di Martin Luther King, a la Casa di Vetro di Milano dal 31 marzo al 23 giugno 2018 è proposta in anteprima la mostra “I HAVE A DREAM. La lotta per i diritti civili degli Afroamericani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King”.

L’esposizione racconta la condizione dei neri nelle campagne e nelle città degli Stati Uniti tra la fine della Guerra Civile Americana e gli anni ‘60 del Novecento, soffermandosi in particolare sugli eventi che portarono al Civil Rights Act del 1964 (che pose fine a ogni forma di discriminazione basata sulla razza, il colore della pelle, la religione, il sesso o le origini in ogni aspetto della vita pubblica) e al successivo Voting Rights Act del 1965 (che restaurò la tutela del diritto di voto a tutti i cittadini americani). Rivolta al grande pubblico e alle scuole, la mostra si compone di circa 200 immagini (di cui oltre 60 stampate e le altre a monitor) provenienti dagli Archivi di Stato americani – Library of Congress e National Archives and Records Administration, tra cui una serie di rare foto a colori degli anni ‘30 e le opere di alcuni dei più grandi fotoreporter statunitensi dell’epoca.

Curata da Alessandro Luigi Perna (www.alessandroluigiperna.com) e prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose (www.effeci-facciamocose.com), la mostra fa parte del progetto History & Photography (www.history-and-photography.com) che ha per obiettivo raccontare la Storia con la Fotografia (e la Storia della Fotografia) valorizzando gli archivi storici fotografici italiani e internazionali, pubblici e privati. Alle scuole sono proposte visite guidate, foto-proiezioni dal vivo e l’innovativa possibilità offerta ai docenti di utilizzare in classe le immagini della mostra (anche una volta terminata) per fare lezione tramite una semplice connessione web, un link riservato e una password.

HISTORY & PHOTOGRAPHY – La fotografia ritrae e racconta la realtà ormai da quasi due secoli. È partendo da questo presupposto che nasce History & Photography, un progetto che si pone tre obiettivi principali. Il primo è quello di realizzare e promuovere esposizioni che raccontino la Storia contemporanea con la Fotografia (e la Storia della Fotografia), esaltando sia la funzione narrativa e documentale delle immagini che il loro valore estetico. Il secondo è quello di riscoprire e rendere fruibili al grande pubblico i tantissimi archivi fotografici storici – italiani e stranieri, sia di fotografi che di enti pubblici e privati, spesso sconosciuti o frequentati solo dagli addetti ai lavori. Il terzo è quello di supportare digitalmente l’insegnamento in Scuole e Università con foto-proiezioni di immagini storiche sia dal vivo che tramite connessione web (direttamente in classe durante le lezioni), offrendo a studenti e docenti lo strumento della fotografia, e il punto di vista del fotoreportage in particolare, per approfondire la Storia delle società contemporanee.

Mercoledì 4 aprile 2018 alle 21 fotoproiezione commentata della Mostra (euro 10)
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI