Annabel Elgar. The Dust in my Pocket

Annabel Elgar, Moon rock kirigami workshop, Nayoro Kindergarten, Nayoro, Japan 2014. C-print 101,6x76,2 cm.

 

Dal 14 Settembre 2018 al 13 Ottobre 2018

Modena

Luogo: Metronom

Indirizzo: via Carteria 10

Curatori: Marcella Manni

Telefono per informazioni: +39 059 239501

E-Mail info: info@metronom.it

Sito ufficiale: http://www.metronom.it


Comunicato Stampa:
The Dust in my Pocket è una mostra personale di Annabel Elgar, che raccoglie una selezione di opere recenti della serie Cheating the Moone la serie inedita Noon in the Desert
 
Operation Lunar Eclipse, operazione federale avviata negli Stati Uniti per contrastare la vendita di frammenti di roccia lunare raccolti durante le Missioni Apollo e la sperimentazione nucleare nel deserto del Nevada negli anni ‘50 conosciuta come Operation Teapot, sono l’avvio per i progetti di Elgar, coerente nel suo lavoro di ricerca e documentazione attraverso lo studio di materiali e fonti storiche, una ricerca che nonostante il rigore, lascia allo stesso tempo spazio al dubbio e all’ambiguità. 
 
Come in un teatro, come in una casa di bambole Annabel Elgar mette in scena fatti reali o presunti, riferendosi in modo poetico e raffinato a episodi storici che ancora sollevano dubbi su trame segrete o oscuri disegni mai svelati.  La fotografia stessa è messa in scena, la narrazione non è un lavoro a servizio della documentazione, quanto l’affermazione di come possa essere effimera la ricerca della verità. Quello che Annabel ci offre sono spesso solo gli indizi, i dettagli di una rappresentazione che va guardata e osservata come un enigma, in cui l’artista gioca il ruolo del protagonista e del regista (occulto?) allo stesso tempo.

The Dust in my Pocket funge da filo conduttore ideale tra le serie precedenti Cheating the MooneNoon in the Desert, richiamando le rocce e le polveri lunari della prima e alludendo alle esplosioni nucleari e ai paesaggi desertici della seconda. Nel lavoro di Elgar rimane costante la presenza di una sottile ambiguità, l’allusione a una verità che non viene mai esplicitamente rivelata ma che risulta sempre poeticamente impalpabile. 
La ‘polvere in tasca’ è quel velo sottile che ‘sporca’, in un certo senso, la ricerca e rappresentazione della verità che, celata, conserva ancora di più il suo fascino. 
 
La mostra è presentata in occasione dell’edizione 2018 di festivalfilosofia, iniziativa annuale promossa dal Consorzio festivalfilosofia insieme a partner italiani e internazionali, patrocinata tra gli altri dalla Commissione Nazionale Unesco. 
 
Annabel Elgar (1971) vive e lavora a Londra. Ha conseguito il Master of Arts in Fotografia al Royal College of Art e il suo lavoro è comparso in numerose mostre internazionali e in diverse pubblicazioni. Tra le mostre recenti alle quali ha partecipato si ricordano NUCLEUS - Imagining Science, Noorderlicht Photofestival, Paesi Bassi (2017); ANTOLOGIA, Metronom (2017); Through the Looking Glass, Metronom (2016); Photography is Magic, Aperture Foundation, New York (2016); Setting Out, apexart, New York (2016); Fotografia contemporanea nell’Europa Nord-Occidentale, Fondazione Fotografia, Modena (2015). Il suo lavoro è stato esposto in istituzioni internazionali come Musée de L'Elysée, Losanna, Svizzera; Museum of New Art, Detroit; Zephyr, Raum für Fotografie, Mannheim; The Wapping Project Bankside, Londra; Fotomuseum, Anversa. Con la serie Cheating the Moon, Annabel Elgar è stata selezionata tra i finalisti dell'edizione 2014 - 2015 del Prix Elysée.

Inaugurazione 14 settembre 2018, ore 18 
Orario: martedì-sabato 14-19 e su appuntamento
Special openings
14 settembre / 10 – 23
15 settembre / 10 – 23
16 settembre / 10 – 19


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI