Gabriele de Filippo. Lecceta

Gabriele de Filippo. Lecceta

 

Dal 04 Maggio 2018 al 06 Maggio 2018

Napoli

Luogo: Orto Botanico di Napoli - Serra Monumentale

Indirizzo: via Foria 223

Orari: 9.00-19.00

Curatori: IGF onlus

Enti promotori:

  • Regione Campania

Costo del biglietto: ingresso gratuito

E-Mail info: info@gestionefauna.com

Sito ufficiale: http://www.gestionefauna.com/natura2000day


Comunicato Stampa:
Sarà inaugurata il 4 maggio alle ore 12, presso l'Aula Magna dell'Orto Botanico, la mostra fotografica di Gabriele de Filippo, su Bosco di San Silvestro. La mostra è parte delle manifestazioni organizzate dalla Regione Campania per celebrare il Natura 2000 Day e si terrà presso la Serra Monumentale, con orari dalle 9 alle 18, nell'ambito dell'evento "Planta", organizzato dall'Orto Botanico di Napoli (via Foria 223).

Il Bosco di San Silvestro è un Sito di Importanza Comunitaria incluso nella rete europea di aree protette Natura 2000. Compreso tra le pertinenze della Reggia di Caserta, il suo valore naturalistico è dato dalla presenza della Lecceta, un habitat di foresta sempreverde dominata dal Leccio, incluso tra quelli protetti dalla Direttiva Europea Habitat. La mostra seleziona alcune fotografie di un progetto in cui l’autore guida l’osservatore attraverso il microcosmo del bosco e, partendo dai particolari, offre una sua interpretazione della foresta. La sua lettura espressiva trasforma il bosco e i suoi organismi in soggetti in cui quasi se ne perde la reale identità.

Gabriele de Filippo nasce a Napoli nel 1960, dove vive attualmente. Fotografo freelance, si occupa prevalentemente di argomenti sociali e del rapporto dell’uomo con la natura. Collabora con organizzazioni no-profit e con gli Enti pubblici su progetti di sensibilizzazione e informazione. E’ membro del Comitato per l’Educazione e la Comunicazione (CEC) dell’International Union for Conservation of Nature (IUCN). I suoi lavori sono stati pubblicati in diversi libri fotografici ed esposti in mostre collettive e personali.  

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI