Artrooms Fair Roma

Fiona Hueston, The Entanglement, 2017. Paper and galvanised steel wire, 10x20x25 cm.

 

Dal 02 Marzo 2018 al 04 Marzo 2018

Roma

Luogo: The Church Palace

Costo del biglietto: intero € 10, ridotto € 5. Ogni biglietto è valido per un solo giorno. I biglietti ridotti sono validi per studenti e over 65. Entrata gratuita per i bambini sotto i 15 anni

E-Mail info: roma@art-rooms.org

Sito ufficiale: http://https://roma.artroomsfairs.com


Comunicato Stampa:
Artrooms Fair Roma e’ lieta di annunciare il programma della fiera che avra’ luogo dal 2 al 4 marzo 2018 al The Church Palace.

La fiera vedra’ la partecipazione di circa 100 artisti, tra artisti selezionati e artisti ospiti, e sara’ articolata in 3 sezioni principali:  Rooms, Sculpture Park e Video Art Section.  Ad arricchire il programma ci saranno inoltre la performance “Una voce dai colori” a cura di Patrizia Montedoro e Street Workout; le installazioni “La Citta’ dell’Anima”, graffito a cura di Mauro Pallotta (aka Maupal) e “Solid” di Alice Padovani. L’installazione “Solid” sara’ presente sia al The Church Palace che presso La Rinascente di Via del Tritone, partner di Artrooms Fair Roma in qualita’ di Satellite Programme.

Infine, tra le novita’ di questa edizione, Studio Tangram presenta in Prima Nazionale la telepresenza in ologramma della performance dell'illusionista Erix Logan e della cantante e attrice Sara Maya, presenti fisicamente negli studios di Studio Tangram a Mariano Comense (CO).  La celebre coppia di fama internazionale, attraverso l'EyeMagic, versione "pret a porter" del teatro olografico IceMagic, potrà interagire con il pubblico di Roma. Il palinsesto giornaliero vedrà alternarsi gli ologrammi "magici" di Erix Logan e gli ologrammi della bellissima Sara Maya che si esibirà con la sua splendida voce.

Sezione Room:


In giuria per la sezione ROOM: Christian Fannenboech Campini, Massimo Giannoni, Fulvio Granocchia, Tiziana Kaseff Grilli Gianluca Marziani, Antonio Valentino.

Room
, la sezione principale, ospitera’ 50 artisti, scelti tra circa 500 candidati, provenienti da tutto il mondo, tra questi 9 artisti italiani: Elisa Cantarelli con il progetto “Dotting”, Sabina D’Angelosante, i fotografi Gianmaria De Luca, Paola Ruvioli, e Paolo Repetto Ernesto Galore (alias Emanuele Garletti), Marika Ricchi con il progetto “Giu I piedi dal letto”, Barbara Salvucci, e la multi premiata Antonella Scaglione.

Dall’Australia, due artisti il cui lavoro pittorico e’ fortemente legato alla letteratura: Robert Lee Davis narra attraverso I quadri “Le citta’ invisibili” di Italo Calvino e le ceramiche fluttuanti di Kieran Ingram, ispirate dalla poesia “Burnt Norton” di TS Eliot. Dalla Nuova Zelanda, Fiona Hueston con installazioni di origami. Dal Giappone Chisato Yasui; dal Pakistan Rizwan Ali e Tania Nasir, entrambi miniaturisti, il primo con opere rappresentanti la dinastia Mughal e la seconda con le tradizionali geometrie islamiche.
Dall’Ukraina l’artista multi mediale Natalia Ohar, dalla Turchia Tolga Bayraktar.

Originaria del Senegal e residente in Italia, Awa Sar, esporra’ opera in seta selvaggia; Zuzana Lalikova (Slovakia) espone “Penelope’s Dream”; mentre Emilia Maino or LIA Colectivo (Cile) presenta un lavoro tessile su paesaggi geografici.
Molti gli artisti che hanno come tema centrale la natura, tra questi, Brian Huber, dagli Stati Uniti attinge dai fiumi ghiacciati che prendono vita in Braided Series,mentre il multi premiato fotografo Derek Man, da Hong Kong presenta “The Orchard Project” dedicato esclusivamente alla conservazione di frutteti comunitari. La koreana Sunwoo Kim, vincitrice del premio Kidult Challenge del Museo Nazionale di Arte Contemporanea e Moderna di Seoul, dedica le sue opere a “Dodo” un animale ormai estinto, originario delle isole Mauritius.

Dall’Europa: la multi-premiata Mariya Alipieva e il mosaicista Ivan Djidjev (Bulgaria), e il suo studio dei multipli, Leo Kantunaric Kadele (Croatia), Marek Slavik (Repubblica Ceca), gia’ presente  nel 2017 al Museo Crocetti di Roma, presenta “Curved Reality”, progetto su mondi paralleli in cui le emozioni e i sentimenti diventano i principi principali dei dipinti. Cyre de Toggenburg (Francia), dove l’astratto e’ una porta per la spiritualita’; Chloe Malard (Francia); il giovane scultore Herman Sobe, Tanja Burgelin Arslan, Wassily Kazimirski e Holger Theunert (Germania); Peter Belso (Ungaria), al confine tra arte e design, presenta “Bike me home” (trad. a casa in bicicletta);  Cecila Bullo (italo-irlandese), presenta un’installazione site-specific, comprendente scultura, video e fotografia; Marianne Vanderbosch (Olanda); per la fotografia digitale Daria Blazek (Polonia); Neide Carreira (Portugal); lo scultore Miodrag Peric (Serbia), direttore e fondatore di IN VIVO, Simposio Internazionale degli Scultori di Novi Sad, Serbia. Marina Gomez (Spagna),

Dal Regno Unito, Komal Madar, Susan Supercharged, gia presente in collezioni importanti a Londra, Miami e New York; e Kristina Chan, vincitrice solo nel 2017 dei Premi: Royal Society of Painter Printmakers’ Anthony Dawson, RSA Guthrie Award and Medal / Royal Scottish Academy, Edinburgh Printmakers Award, The Elizabeth Greenshields Foundation Grant / The Elizabeth Greenshields Foundation. Sempre dal Regno Unito: Jemma Appleby, Sarah Emily Porter, Kevin Stamper, Merna Liddawi, Clara Mill, Abigail Yentis, e Ortelius Drew, pseudonomo per Ilga Leimanis (Londra) e Doreen Wittenbols (Amsterdam)

Sezione Sculpture Park


In giuria per la sezione Sculpture Park, Video Art: Cristina Cellini Antonini e Pietro di Pierri.
Grande successo per gli italiani nella sezione Sculpture Park, dove 6 su 9 artisti rappresenteranno l’Italia, tra questi Camilla Ancilotto, Paola Falconi, Valentina Lucarini Orejon, Laura Pellizzari, Andrea Polichetti e Federica Zianni. Tra gli stranieri: Martin Navratil (Slovacchia), Jacek Opala (Polonia) e Val Wecerka (Bulgaria).  

Sezione Video Arte, a cura di Gianfranco Valleriani


Karina Zen (Brasile), Yasen Vasilev (Bulgaria), Leyla Rodriguez e Annina Roescheisen (Germania), Michael Liani e Igal Stulbach (Israele), Uro Bannera, Silvia De Gennaro e Claudia Quintieri (Italia), Clara Aparicio Yoldi (Spain), Ian Wolter, Browzan alias Christopher Brown e Mark Sedge (Regno Unito), Natalia Ohar (Ukraina) e infine Ira Schneider (USA).

Artisti invitati dall’Organizzazione


Mariangela Capossela, in sezione Video Art insieme a Daniel Lee (da Taiwan), Tahmineh Monzawi (dall’Iran), dalla Serbia Goran Stojcetovic, dall’Italia Alex Marenga e infine Nastiviciuos (collettivo Angola/Spagna). Tra gli artisti ospiti, oltre alla Capossela e alla Padovani, Mauro Pallotta akak Maupal presenta “La Citta’ dell’Anima”; Leandro Lottici con la scultura “Eco Ancestrale”;  Paolo Franzoso e Akelo e Michelangelo Galliani con la scultura “L’Assedio”.

Satellite Programme dal 1 al 5 Marzo - Rinascente, Via del Tritone
Installazione “Solid”, a cura di Alice Padovani 

PROGRAMMA 

2 Marzo 18:30 Opening su invito
19:30 “Una Voce dai Colori” performance a cura di Patrizia Montedoro e Street Workout
20:00 Diretta Telepresenza Ologramma della performance dell'illusionista Erix Logan e della cantante e attrice Sara Maya
22:00 Party

3 Marzo Apertura al Pubblico dale 12:00 alle 19:00
Ore 12:00, 15:00, 18:00
“Una Voce dal Colore” performance a cura di Patrizia Montedoro e Street Workout
Ore 14:00 “A Letto con l’Artista” interviste
 
4 Marzo Apertura al Pubblico dale 11:00 alle 19:00
Ore 12:00, 15:00, 18:00
“Una Voce dal Colore” performance a cura di Patrizia Montedoro e Street Workout
Ore 16:00 Video Art Section
Ore 12:30 ARTrooms Brunch & BBQ

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: