Mario Mattei. L’Arte della Quarta Dimensione

Mario Mattei, Le rose rosse di Elena, 2004, cm. 80x80

 

Dal 26 Dicembre 2017 al 26 Gennaio 2018

Roma

Luogo: Piram Hotel

Indirizzo: via Giovanni Amendola 7

E-Mail info: info@promoterarte.it


Comunicato Stampa:
Grande attesa per l'imminente mostra del talentuoso artista romano Mario Mattei dal titolo “L’Arte della Quarta Dimensione” che si terrà dal 26 dicembre al 26 gennaio nella prestigiosa cornice dell’esclusivo Piram Hotel ****, in via Giovanni Amendola 7, a Roma, in pieno centro a pochi passi dal Teatro dell’Opera.

Assieme al manager di grandi personaggi Salvo Nugnes, parteciperanno all’evento inaugurale, previsto per il giorno di Santo Stefano, personalità di spicco quali l'attore Enio Drovandi protagonista di Amici Miei, e la pianista Giovanna Bizzarri, direttamente dal programmaSottovoce di Rai1.

E' dalla relatività creata dal pensiero che nasce ogni opera sull'arte della Quarta Dimensione, realizzata da Mattei. La sua ricerca artistica ha inizio nel 1968 e si sviluppa in tutti i settori delle arti visive: pittura, grafica e scultura. Durante tutta la sua attività, contribuisce alle iniziative dei movimenti culturali cui aderisce, partecipa, sia come sindacalista, sia a titolo personale, a numerosi convegni e dibattiti culturali e politici che hanno per argomento i problemi degli artisti e della società. In diverse occasioni s’impegna come insegnante di pittura e disegno, e come collaboratore didattico, all’interno delle scuole sia pubbliche, sia private, e partecipa ad alcune trasmissioni televisive andate in onda sulle reti televisive locali di Roma. La sua prima mostra ufficiale può essere considerata quella del 1970 presso la galleria “L’Etrusca” di Roma.
La sua sintesi artistica esistenziale è l’unificazione in opera d’arte di due emisferi: l’universo profondo del mondo sottomarino e l’universo umano, la cui unità determina la dimensione che è all’origine del tempo-spazio del pensiero umano determinando così l’origine dell’Arte della Quarta Dimensione, la cui natura artistica porta con sé profonde innovazioni tecniche culturali.

Ogni opera d’arte è una traccia, una prova dell’esistenza di orizzonti visti dal pensiero nel viandare nel tempo-spazio per cercare nuovi mondi delle arti visive. Ignoti alla storia e al mondo dell’arte  contemporanea.
Mario Mattei prosegue con grande successo, negli anni, la Sua produttiva attività artistica. Dopo aver partecipato alla Mostra Spoleto Arte, a cura del Prof. Vittorio Sgarbi, in concomitanza del Festival dei 2 Mondi, ha esposto all’importante Biennale Milano e successivamente alla grande Mostra Spoleto incontra Venezia nel contesto della 57 Biennale d’Arte.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI