Oriente incontra Occidente: La Via della Seta Marittima dal XIII al XVII secolo

Punta di cappello con gemme incastonate in oro Dinastia Ming (1368-1644)

 

Dal 29 Settembre 2017 al 28 Gennaio 2018

Roma

Luogo: Museo nazionale del Palazzo di Venezia

Indirizzo: via del Plebiscito 118

Orari: dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30. La biglietteria chiude alle 18.30

Curatori: Wei Jun

Enti promotori:

  • Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Costo del biglietto: intero 10 €, ridotto 5 €

Telefono per informazioni: +39 06 69994284

E-Mail info: pm-laz@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://museopalazzovenezia.beniculturali.it/


Comunicato Stampa:
Tra le vie commerciali che si sono sviluppate nel corso dei secoli, la Via della Seta è la più antica e storicamente più importante. Forse meno nota, ma altrettanto rilevante è l’altra: la Via della Seta Marittima.

Attraverso più di 100 oggetti della dinastia Song (960 – 1279) e dell’epoca Ming (1368 – 1644), la mostra racconta il traffico di merci avvenuto lungo la Via Marittima, luogo di scambio non solo economico ma di idee e conoscenza che hanno contribuito allo sviluppo delle successive società moderne.

Nelle quattro sezioni tematiche – la Via della Seta, la Via delle Spezie e delle Porcellane, la Via delle Religioni e la Via delle Culture – sono esposti preziosi manufatti, pitture, gioielli, sete, porcellane e oggetti di uso quotidiano. Alcune opere esposte provengono da antichi relitti come quello rinvenuto nel sito del naufragio del Nanhai I in epoca Song, e quelli del Wanli e Nan’ao nel periodo della dinastia Ming.

La mostra, curata da Wei Jun, Direttore del Museo Provinciale del Guangdong, è la quinta nata dalla collaborazione tra l’Amministrazione Statale per il patrimonio Culturale della Repubblica Popolare Cinese e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. L’esposizione è inserita nell’ambito del Memorandum d’Intesa sul Partenariato per la Promozione del Patrimonio Culturale, siglato il 7 ottobre 2010, che prevede lo scambio di progetti espositivi congiunti in Italia e in Cina, all’interno di spazi museali esclusivi appositamente dedicati alla promozione della conoscenza delle rispettive culture.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI