Il mondo di Steve McCurry

© Steve McCurry | Steve McCurry, Peshawar, Pakistan, 1984

 

Dal 01 Aprile 2016 al 16 Ottobre 2016

Venaria Reale | Torino

Luogo: Reggia di Venaria Reale

Indirizzo: piazza della Repubblica 4

Orari: da martedì a venerdì dalle ore 9 alle 17; sabato, domenica e festivi dalle ore 9 alle 18.30

Curatori: Biba Giacchetti

Enti promotori:

  • MiBACT
  • Regione Piemonte
  • Città di Venaria Reale

Costo del biglietto: intero € 12, ridotto € 10, da 6 a 21 anni € 6, gratuito under 6

Telefono per informazioni: +39 011 4992333

E-Mail info: prenotazioni@lavenariareale.it

Sito ufficiale: http://www.lavenaria.it


Comunicato Stampa:
Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, punto di riferimento per un larghissimo pubblico, soprattutto di giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo e, in un certo senso, “si riconoscono”.                                           

In ogni scatto di Steve McCurry è racchiuso un complesso universo di esperienze e di emozioni e molte delle sue immagini, a partire dal ritratto di Sharbat Gula, sono diventate delle vere e proprie icone, conosciute in tutto il mondo.
La nuova rassegna allestita nella grandiosa Citroniera delle Scuderie Juvarriane nella Reggia di Venaria, è la più ampia e completa tra le mostre che Civita e SudEst57 hanno dedicato fin dal 2009 al grande fotografo americano, registrando nelle varie città oltre 700.000 visitatori.                                       

La mostra comprende oltre 250 tra le fotografie più famose, scattate nel corso della sua trentennale carriera, ma anche alcuni dei suoi lavori più recenti e altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri.                                     

Il percorso espositivo, curato da Biba Giacchetti e “messo in scena” nella Citroniera da Peter Bottazzi, propone un lungo viaggio nel mondo di McCurry, dall’Afganistan all’India, dal Sudest asiatico all’Africa, da Cuba agli Stati Uniti, dal Brasile all’Italia, attraverso il suo vasto e affascinante repertorio di immagini.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI