Museo Archeologico Nazionale di Napoli | Dal 28 marzo al 30 giugno 2019

I capolavori di Canova dialogano con le opere classiche in un sorprendente confronto che evidenzia un legame unico tra un artista moderno e l’arte antica.
I capolavori di Canova dialogano con le opere classiche in un sorprendente confronto che evidenzia un legame unico tra un artista moderno e l’arte antica.

Il MANN di Napoli e l'Ermitage di San Pietroburgo fanno emergere per la prima volta in una mostra il legame profondo tra Antonio Canova e il mondo classico, che rese il grande scultore agli occhi dei suoi contemporanei un “novello Fidia”, grazie anche alla capacità dell'artista di sradicare e rinnovare l’Antico attraverso lo studio della natura e la continua tensione verso il raggiungimento di bellezza e armonia assolute.

 

FOTO


Canova, l'Antico e l'attualità del classico

Antonio Canova, Amorino con le ali, 1792 - 1795, Marmo, 54.5 x 142 x 48 cm | Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
Antonio Canova, Amorino con le ali, 1792 - 1795, Marmo, 54.5 x 142 x 48 cm | Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
   
 
  • Antonio Canova, Amorino con le ali, 1792 - 1795, Marmo, 54.5 x 142 x 48 cm | Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
  • Antonio Canova, Le Tre Grazie, 1812 - 1816, Marmo, 103 х 182 x 64 cm | Foto: © Leonard Kheifets, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
  • Antonio Canova, Danzatrice con le mani sui fianchi, 1811, Marmo, 76 x 179 х 67 Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
  • Ercole Farnese, Ultimo quarto II secolo d.C. (tarda età antonina/età severiana), Marmo pentelico, 317 cm, Roma, Terme di Caracalla - Collezione Farnese Napoli, Museo Archeologico Nazionale
  • Antonio Canova, Paride, 1807-1812, Marmo, 79.5 x 200 x 64.5 cm, Asolo, Museo Civico
  • Antonio Canova, Teseo vincitore del Minotauro, 1781 - 1783, Gesso, 152 x 160 x 90, Possagno, Gypsotheca e Museo Antonio Canova
  • Venere Callipigia, Metà II secolo d.C., Marmo bianco, 152 cm, Collezione Farnese Napoli, Museo Archeologico Nazionale
  • Busto loricato di Antonino Pio, Metà II secolo d.C, Marmo bianco, 80 cm, Collezione Farnese Napoli, Museo Archeologico Nazionale
  • Antonio Canova, Testa del Genio della morte, 1791, Marmo, 36 х 86 x 38 cm | Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
  • Antonio Canova, Apollo che si incorona, 1781 - 1782, Marmo, 41.9 x 84.7 x 26.4 cm, Los Angeles, The J. Paul Getty Museum
  • Endimione dormiente, Frammento di un gruppo con Selene ed Endimione, Copia romana da originale greco del II secolo a.C., Marmo, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage
  • Antonio Canova, Amorino (Amorino Campbell), 1787 - 1789, Gesso, 48 x 142 x 54 cm, Roma, Collezione privata
  • Antonio Canova, Le Tre Grazie, 1812 - 1816, Marmo, 103 x 64 x 182 cm | Foto: © Leonard Kheifets, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
  • Antonio Canova, Amore e Psiche stanti, 1803, Marmo, 49.5 х 150 x 60 cm | Foto: © Alexander Koksharov, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage, 2019
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Il Rinascimento underground di Hieronymus Bosch foto | Milano | Palazzo Reale | Dal 9 novembre 2022 al 12 marzo 2023 Il Rinascimento underground di Hieronymus Bosch Appuntamento imperdibile con i mondi fantastici pullulanti di incendi notturni, mostri di ogni sorta e figure curiose del Maestro fiammingo.   Agli albori di un nuovo paradigma di Bellezza foto | Al cinema | Il 28, 29 e 30 novembre 2022 Agli albori di un nuovo paradigma di Bellezza Arriva nelle sale, il primo docufilm sulla vita del maestro della Primavera.   Victoria Lomasko foto | Brescia | Museo di Santa Giulia | Dall'11 novembre 2022 all'8 gennaio 2013 Victoria Lomasko In mostra a Brescia un racconto per immagini della storia sociale e politica della Russia dal 2011 ad oggi.   Formidabile Boccioni foto | Il film documentario firmato ARTE.it Originals Formidabile Boccioni Un docufilm racconta la vicenda umana ed artistica di Umberto Boccioni, Prometeo della modernità.   Munch. Amori, fantasmi e donne vampiro foto | Al cinema | Il 7, 8 e 9 novembre 2022 Munch. Amori, fantasmi e donne vampiro Sul grande schermo l'incanto del Grande Nord e la storia di un artista universale.   L'ombra di Caravaggio foto | Dal 3 Novembre 2022 solo al cinema L'ombra di Caravaggio L'ombra di Caravaggio   La Brixia cancellata di Emilio Isgrò foto | Parco Archeologico di Brescia Romana / Museo di Santa Giulia | Dal 23 giugno 2022 all 16 aprile 2023 La Brixia cancellata di Emilio Isgrò Va in scena a Brescia un inedito progetto espositivo che si dipana tra archeologia ed arte contemporanea, tra cultura classica, passato e presente.   Yōkai. Le Antiche Stampe dei Mostri Giapponesi foto | Villa Reale di Monza | Dal 30 aprile al 9 ottobre 2022 Yōkai. Le Antiche Stampe dei Mostri Giapponesi Un'immersione nel mondo dei mostri giapponesi, tra folklore e storia dell'arte, mitologia greca e teologia, leggende e storia della scienza occidentale.   Fabrizio Clerici. L’atlante del meraviglioso foto | Roma | Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea | Dal 28 giugno al 2 ottobre 2022 Fabrizio Clerici. L’atlante del meraviglioso Un viaggio visionario e collettivo nell’immaginario di un grande protagonista dell’arte italiana del Novecento.   Espressionismo svizzero foto | Museo Archeologico Regionale di Aosta | Dal 25 giugno al 23 ottobre 2022 Espressionismo svizzero Dalla Svizzera ad Aosta, una mostra inedita conduce alla scoperta di una stagione straordinaria, ma ancora poco nota, dell’arte del Novecento.   Federico da Montefeltro e Francesco di Giorgio: Urbino crocevia delle arti foto | Palazzo Ducale di Urbino | Dal 23 giugno al 10 settembre 2022 Federico da Montefeltro e Francesco di Giorgio: Urbino crocevia delle arti Un intenso viaggio nella storia di Urbino e della sua corte in compagnia del duca Federico e dell'architetto Francesco di Giorgio.   Eteria foto | Catania | Palazzo della Cultura | Dal 16 giugno al 16 ottobre 2022 Eteria La verità oltre il glamour: la denuncia pop di Andrea Chisesi tra ciò che è stato e continua ad essere.