Erma di Saffo

Crocetta

Erma di Saffo


Fu commissionata dal marchese Tancredi Falletti di Barolo e da lui stesso donata nel 1825. Quando il marmo di Canova fu esposto a Torino suscitò enorme ammirazione per la sua bellezza "ideale" e austera. Dell'opera, realizzata nel 1820, si conservano due calchi in gesso, al Museo Correr di Venezia e alla Gipsoteca di Possagno.