Dal 25 marzo al 3 maggio

Caravaggio incontra Mattia Preti in Calabria

San Giovanni Battista, Caravaggio
 

L.Sanfelice

25/03/2015

La sinergia tra il Museo Civico e la chiesa monumentale di San Domenico a Taverna (Catanzaro) dà luogo ad un confronto tra il Caravaggio e Mattia Preti nella terra d’origine del Cavaliere Calabrese, attraverso l’esposizione parallela dei San Giovanni Battista dipinti rispettivamente dai due maestri della pittura italiana tra il 1603 e il 1606, e il 1672.

Le opere che potranno essere ammirate a breve distanza l’una dall’altra tra il 25 marzo e il 3 maggio, saranno il cuore di un evento che troverà il sostegno della comunità scientifica attraverso numerose giornate di studio che, oltre all’iconografia del santo, consentiranno di approfondire l’attività dei due artisti e i diversi aspetti stilistici e tecnici che caratterizzarono i loro percorsi creativi.

Nel periodo della mostra, al dialogo tra i due pittori e tra le istituzioni, parteciperà trasversalmente anche la Galleria Nazionale d’Arte antica a Palazzo Corsini a Roma, sede in cui normalmente è custodito il San Giovanni di Caravaggio, che in cambio del prestito riceverà temporaneamente dalla chiesa calabrese il “San Sebastiano”, anch’esso opera di Preti.


Consulta anche:
Mattia Preti chiama Caravaggio nella sua Calabria


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >