The Cal 2016

Il Calendario Pirelli mette a nudo il talento

Calendario Pirelli 2016, Yao Chen, Foto: Annie Leibovitz Studio
 

Ludovica Sanfelice

01/12/2015

The Cal, il leggendario Calendario Pirelli che negli anni si è guadagnato il titolo di specchio della bellezza femminile e del gusto in rapporto al tempo, ottenendo una legittimazione artistica attraverso collaborazioni con importanti maestri della fotografia, giunge ad una svolta epocale.

Con l’edizione 2016, affidata allo sguardo di Annie Leibovitz, The Cal si assume il rischio di cambiare, forse anche in maniera irreversibile, e chiama a posare donne la cui bellezza risiede principalmente nella loro forza. Una rivoluzione vestita, armata di corpi non più scolpiti, che sacrifica la natura voyeristica ed aristocraticamente morbosa che caratterizzava questo oggetto di culto rendendolo un esclusivo guilty pleasure per pochi eletti, a favore di un nuovo modello di femminilità fatto di capacità e traguardi raggiunti.

Yao Chen, prima ambasciatrice cinese dell’Alto Commissariato ONU per i rifugiati; Kathleen Kennedy, socia di Steven Spielberg e presidente della Lucasfilm; Serena Williams, Agnes Gund, Patti Smith, Yoko Ono sono alcune delle portavoci di questo cambio di passo diretto verso luoghi più concreti che riazzerano le architetture e gli esotismi delle tradizionali e curatissime location girando i tacchi per far ritorno alla semplicità dello scatto in studio. Con una riduzione anche in termini di postproduzione.

Un punto di rottura, un punto di arrivo, o forse un nuovo seme che invita lo sguardo a lasciarsi sedurre dalle nudità del talento, della passione, della tenacia e del successo.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >