Le idee di Rosemarie Trockel

Spleen di Rosemarie Trockel
 

06/10/2003

Negli spazi del Dia Center for the Arts di New York , dal 16 ottobre, Rosemarie Trockel l'artista concettuale che definisce se stessa come modello delle idee che intende comunicare, presenterà una nuova installazione composta da una serie di video proiettati sulle pareti. Le pareti/sculture costituite da lastre di alluminio descriveranno il percorso visivo della mostra attraverso i video che includono, tra gli altri, "Manu's Spleen I" (2000), nel quale l'utilizzo di semplici sequenze e registrazioni produce una scena calma e misurata, dove realtà e fantasia si confondono, e il corto "Manu's Spleen III" (2001), dove in una scena surreale che allude al tema dell'isteria, diverse donne sono in un falso stato interessante. Dalla miscela di caratteri inusuali con incerte intenzioni, l'artista dipinge una costellazione di emozioni per provocare, a volte ironicamente, dubbi e dilemmi su questioni date e sulla nozione di identità. Centrale per la produzione artistica della Trockel, un chiaro punto di vista femminista impiegato con pietà ed elasticità come strumento per l'analisi culturale. Il disegno, i lavori a maglia, i dipinti, i video e le installazioni esplorano le convenzioni sociali e gli stereotipi con lucidità, smascherandone i travestimenti. ROSEMARIE TROCKEL: Spleen 16 ottobre - 11 gennaio 2004 58west 22and street Dia Center for the Arts, New York

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >