Melting Art

Opera esposta alla mostra "Melting Pop" a Siena
 

10/04/2003

"Combinazioni tra l'arte visiva e gli altri linguaggi creativi combinazione e non più contaminazione contaminare manteneva le identità originarie dei linguaggi combinare crea un nuovo linguaggio, una via autonoma la combinazione possiede un'attitudine pop il melting pop come sistema trasversale, scomposto, indefinibile pop perché la trasversalità vuole una comunicazione aperta" Gianluca Marziani Magazine, abiti, cinema, cd, sedie, videoclip, installazioni: al Palazzo delle Papesse di Siena un vero e proprio bazar dell'arte espone i risultati degli esperimenti e delle varie combinazioni tra l'arte visiva e i diversi linguaggi creativi contemporanei. La mostra, a cura di Gianluca Marziani, propone un percorso in cui l'arte visiva accoglie la visione di stilisti, grafici, videomaker, pubblicitari, designer, registi. I protagonisti dell'arte e della comunicazione riuniti nella ricerca e nella volontà di "impastare" linguaggi e percorsi semantici condivisi dal grande pubblico. Melting Pop nasce da un libro, omonimo, che Marziani pubblicò per Castelvecchi nel 2001. Il testo oltre ad evidenziare i collegamenti tra l'arte visiva e le discipline limitrofe, evidenziava le effettive miscele che consentono ad artisti e creativi scambi e fusioni di codici. MeltingCinema, MeltingFashion, MeltingDress, MeltingChair, MeltingMusic: un "melting world" presentato dalle numerose sezioni della mostra e del catalogo. Tra gli artisti coinvolti Vanessa Beecroft e le brand commerciali e artistiche della Illy Collection e Colors di Benetton; opere di Gianluigi Toccafondo artista, illustratore, videomaker e le immagini televisive scelte da Blob; fino ad arrivare ai siti Internet di due grandi registi come Peter Greenaway e David Lynch da anni impegnati nelle arti visive. Francesco Impellizzeri con i suoni e le visioni dei vecchi vinili; il cinema di Rafael Pareja Molina; Miltos Manetas che gioca tra videogame ed arte; Silvano Tessarollo che posiziona la famiglia Simpsons dentro una gondola in vetroresina; i fumetti e Adrian Tranquilli, Cristiano Pintaldi e la televisione. E poi ancora Matteo Basilè e Carlo Benvenuto, Maurizio Cattelan e David LaChappelle, Cindy Sherman ed Erwin Olaf, Marina Abramovic e Philippe Starck. Appuntamento alle Papesse di Siena per una mostra travolgente, pronti ad accogliere le novità e le riflessioni del pensiero pop! MELTING POP Fino al 25 Maggio 2003. Siena, Palazzo delle Papesse. Via di Città, 126 T +39 0577 22071F +39 0577 42039 www.papesse.org; orario di apertura 12_19, chiuso il lunedi, intero 5 euro, ridotto 3,5, stampa.papesse@comune.siena.it

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >