Itinerari da scoprire

Tour tra le gallerie d'arte di Milano

Calvin Marcus at Peep Hole
 

Ludovica Sanfelice

27/11/2015

Milano - Colta, creativa, moderna, veloce: Milano è la più europea delle città italiane, e le trasformazioni che l’hanno caratterizzata nell’anno di Expo hanno concorso a promuoverla tra le mete del Vecchio Continente da non lasciarsi sfuggire. Per orientarsi nel panorama vivacissimo della sua offerta culturale, fuori dal più frequentato circuito di musei e pinacoteche, ARTE.it propone ai suoi lettori una selezione di gallerie d’arte che sostengono (e spesso anticipano) il fermento percepibile nella metropoli. Buona passeggiata.

Giò Marconi - Via Alessandro Tadino, 15
Nel 2015, la galleria che merita di essere considerata un vero e proprio punto di riferimento per l'arte contemporanea, ha celebrato i 25 anni di attività inaugurando il nuovo spazio in via Tadino, nell'ex sede di Zero. In questa occasione la squadra che Marconi rappresenta si è radunata compatta raccontando una storia in cui il fiuto e la competenza giocano un ruolo determinante già dai tempi dello Studio Marconi, spazio sperimentale per giovani artisti che ha preceduto l'esperienza della galleria. Una garanzia sia per le proposte provenienti dalle nuove generazioni sia per gli artisti storici dello Studio, come dimostra in maniera esemplare l'esposizione in corso dedicata ad Enrico Baj, allestita in contemporanea con la mostra in programma alla Luxembourg & Dayan di New York.

Zero - Via Premuda, 46
Fondata nel 2000 da Paolo Zani con lo spirito irrequieto della continua ricerca, la galleria Zero è uno degli spazi più attenti alla scena emergente. Lo racconta bene con i fatti la mostra aperta fino al 16 gennaio "Eddy Current” che segna il ritorno a Milano dell'artista Micol Assaël celebrata lo scorso anno da una personale all'Hangar Bicocca.

Galleria Massimo De Carlo - Via Privata Giovanni Ventura, 5
Fin dall'inizio della sua attività nel 1897, la galleria ha coltivato artisti giovani e affermati nel panorama internazionale come Alighiero Boettii, Yan Pei Ming, Maurizio Cattelan, Gianfranco Baruchello. Artisti che hanno contribuito al successo mondiale del nome De Carlo e che a loro volta grazie all'impegno della galleria hanno guadagnato terreno nelle più prestigiose collezioni pubbliche e private nel mondo.
Un vero marchio di eccellenza a cui la mostra "Ennesima- Una mostra di sette mostre sull'arte italiana", adesso in cartello alla Triennale, dedica persino una sezione allestendo una ricostruzione meticolosa di quella che era la Galleria Massimo De Carlo più di vent'anni fa, quando aveva sede in via Panfilo Castaldi.
 
Peep Hole - Via Stilicone, 10
La pratica artistica qui è osservata attraverso un articolato programma di esposizioni, pubblicazioni, letture e conversazioni che hanno reso lo spazio situato all’interno della storica Fonderia Artistica Battaglia un luogo lontano dalle strutture accessorie che spesso regolano il rapporto tra il pubblico e l'arte, e un polo adatto ad alternare progetti di giovani artisti e mostre di più affermate personalità straniere inedite in Italia. Come nel caso del californiano Calvin Marcus, protagonista dell'esposizione in corso fino al 23 gennaio.

Galleria Lia Rumma - Via Stilicone 19
A pochi passi da Peep Hole, lungo la stessa via, si incontra la Galleria Lia Rumma, autentico tempio dell'arte contemporanea che nei suoi ambienti espositivi ha visto passare artisti del calibro di Marina Abramovic, Vanessa Beecroft, Andras Gursky, William Kentridge, Anselm Kiefer, Michelangelo Pistoletto, Gilberto Zorio. Un luogo in cui si respirano passione, innovazione e cura verso la produzione, la conoscenza e la diffusione dell'oggetto artistico e che vale l'inclusione tra i luoghi da scoprire a Milano. Fino al 19 dicembre è in programma la mostra "Tell me something about you" del controverso fotografo tedesco Tobias Zielony.

Galleria Carla Sozzani - Corso Como, 10
A Daido Moriyama è dedicata l'esposizione attualmente visibile presso lo spazio di Carla Sozzani. Il nome del maestro giapponese si aggiunge all'infinito elenco di grandi protagonisti della fotografia contemporanea che hanno trovato casa a Milano nelle sale affacciate sul cortile di Corso Como, consolidando la fama della galleria che all'attività espositiva affianca anche un'intensa produzione editoriale che pubblica opere di fotografia, arte, moda e design.

Viafarini - Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4
Nato all’inizio degli anni Novanta con l’intento di favorire l'attività dei giovani artisti, incoraggiarne la crescita e avvicinare il pubblico all’arte contemporanea attraverso l'unione di programmi espositivi, didattica, servizi di documentazione sulle arti visive e programmi di residenza d'artista, Viafarini rappresenta uno degli spazi indipendenti più importanti della scena in Italia ed accoglie tutte le possibili espressioni artistiche, comprese le live performances.


Consulta anche:
Guida d'arte di Milano
Una passeggiata tra le gallerie d'arte di Roma

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >