ContemporaryArt Torino Piemonte

Guida alle giornate delle Arti Contemporanee di Torino

Artissima
 

Ludovica Sanfelice

04/11/2015

Torino - Artissima, la fiera d’arte contemporanea che colloca Torino al centro della scena artistica internazionale arriva in città dal 6 all'8 novembre e porta con sè 207 gallerie provenienti da 35 paesi e una serie di appuntamenti fuori e dentro l’Oval Lingotto. A cominciare dalle Walkie Talkies, gli ormai celebri dialoghi itineranti tra gli stand che condurranno discussioni informali attorno ad opere, artisti e linguaggi specifici stimolando la curiosità del grande pubblico con 12 appuntamenti in programma dal 6 all’8 novembre (consultabili online). Tutti della durata di circa mezz’ora, tutti gratuiti, tutti da prenotare.
Una formula consolidata che quest’anno acquisterà maggiore appeal affidandosi alla guida di coppie formate da prestigiosi curatori e da importanti collezionisti italiani e stranieri. Una scelta strategica e funzionale all’attenzione che nell’edizione 2015 Artissima volgerà al tema del collezionismo e alla sua valorizzazione come motore di sviluppo della ricerca artistica.
A tal proposito, tra le novità più significative segnaliamo che per la prima volta nel panorama fieristico verrà allestito un servizio di Art Advisory in collaborazione con Unicredit Banca, ovvero un servizio di consulenza per tutti i collezionisti e per tutti coloro che vogliono entrare nel mondo del collezionismo.
In programma sempre all’Oval anche le azioni dal vivo di Per4me, e la new entry “In Mostra”, progetto espositivo speciale all’interno della fiera, a cura di Stefano Collicelli Cagol, e dedicato alle opere presenti nel panorama artistico torinese.
 
Alla rete ammiraglia del polo fieristico si affiancherà presso Torino Esposizioni l’ormai undicenne Paratissima (4-8 novembre), manifestazione “off” divenuta in pochi anni la vetrina per i talenti emergenti che in questa edizione ispirata al tema “Ordine o caos?” presenterà una mostra di punta, USELESS ARMY, dedicata all’esercito dell’Arte, inutile a fini bellici ma attivo nel denunciare violenze e distruzioni della guerra. Primo di una serie di appuntamenti che includono tra gli altri una collana di 8 rassegne allestite dai giovani curatori di curatori di N.I.C.E., acronimo di New Independent Curatorial Experience, il corso realizzato da Paratissima stessa; una partnership con Cortona On The Move che porterà sotto la Mole i progetti fotografici di due artisti internazionali: Phillip Toledano con “Maybe” e Mattia Insolera con "6th Continent"; il China Pavillon dove saranno raccolte le visioni di 9 artisti cinesi contemporanei; il progetto G@P dedicato alle gallerie d’arte contemporanea e di street art, italiane e internazionali, con opere d’arte a budget controllato (prezzo di vendita: inferiore ai 5mila euro), destinate ad un target di collezionismo “giovane”.

Sul circuito di mostre esterne che quest’anno farà a meno di One Torino veglierà invece l’altra fiera torinese: The Others, che oltre alla presenza nelle ex Carceri Le Nuove dove si danno appuntamento 62 giovani gallerie, estenderà la propria zona d’influenza all’Ex Borsa Valori dove con sculture, installazioni e interventi multimediali verrà allestita la mostra Exhibit.

E, dal 5 all’8 novembre, non bisogna lasciarsi sfuggire anche la terza edizione di Flashback, manifestazione dedicata all’arte antica e moderna con sede al Pala Alpitour | Isozaki che con la sua presenza propone un lavoro sul rapporto vivo tra antico e contemporaneo e quest’anno avrà una propagine negli spazi esterni grazie ad una rassegna di scultura open air intitolata “Simulacra” e curata dall’associazione Neks.

Guida d'arte di Torino

A questa macchina da guerra, la città che nel fare sistema non conosce rivali parteciperà ospitando negli stessi giorni anche il festival di musica elettronica #C2C15, i percorsi di Luci d’artista e un programma di mostre e iniziative museali che culmineranno il 7 novembre nella Notte delle Arti Contemporanee.

Tra gli eventi di maggiore rilevanza segnaliamo la presentazione dell’installazione site specific Madama Cucchi a Palazzo Madama e "Rinascimento", la prima personale italiana di Adrian Villar Rojas alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. E ancora le gigantesche fotografie sospese stampate su tessuto di Christian Boltanski in mostra alla Fondazione Merz e tutto ciò che propone il Castello di Rivoli. Compresa la monografica dell’artista americana Rachel Rose, vincitrice del Premio Illy Present Future, assegnato nell’edizione 2014 di Artissima.
Da mettere in agenda anche un tour in bicicletta nell'area di Barriera di Milano dove l’arte esce dai musei e conquista gli spazi pubblici provvedendo alla loro rigenerazione, e una visita alla Pinacoteca Agnelli, dove prosegue il progetto di ricerca sul tema del collezionismo con "Ed Ruscha: MIXMASTER", mostra a cura di Paolo Colombo che presenta ciò che nelle collezioni torinesi ha maggiormente interessato e ispirato l'artista americano Ed Ruscha, insieme a una serie di opere provenienti in prevalenza dalla sua collezione personale.
Tra le tappe da non dimenticare, infine, i due nuovi spazi della scena artistica torinese, vale a dire CAMERA, il Centro Italiano per la Fotografia dove è in corso la bellissima personale di Boris Mikhailov intitolata "Ukraine", e il Museo Ettore Fico, dove è in programma la collettiva "Vanità/Vanitas".


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >