Sepoltura di Ermagora e Fortunato

Cripta degli Affreschi

 
DESCRIZIONE:
Ugualmente vivida è l’ultima scena della storia di Ermagora. Il corpo del Santo, privo della testa, è avvolto in un sudario, mentre i suoi discepoli circondano il letto funebre attendendo al mesto compito. La rappresentazione della vicenda di Ermacora nella cripta della basilica risponde ad una norma precisa, secondo la quale questi ambienti, che raccoglievano le reliquie dei santi, svolgevano il ruolo di “luogo della memoria” e venivano quindi decorati con scene della vita dei santi stessi cui la chiesa era dedicata.
COMMENTI
Mappa