Nate Lowman. Elliptical Machine Gun

Nate Lowman. Elliptical Machine Gun, Galleria Massimo De Carlo, Milano

 

Dal 06 Aprile 2018 al 12 Maggio 2018

Milano

Luogo: Galleria Massimo De Carlo

Indirizzo: piazza Belgioioso 2

Orari: da martedì a sabato 11-19

Telefono per informazioni: +39 02 366 36 990

E-Mail info: belgioioso@massimodecarlo.com

Sito ufficiale: http://www.massimodecarlo.com


Comunicato Stampa:
La galleria Massimo De Carlo è lieta di presentare Elliptical Machine Gun, una nuova mostra personale dell’artista americano Nate Lowman, la prima negli spazi espositivi di Palazzo Belgioioso a Milano.

In Elliptical Machine Gun Nate Lowman riflette sul dramma contemporaneo della diffusione delle mitragliatrici, armi a ripetizione di uso militare in grado di generare un fuoco continuo senza bisogno di essere ricaricate. Lowman ha assistito - come tutti noi – alle stragi sempre più frequenti negli Stati Uniti causate dall’utilizzo delle armi semi automatiche. La dinamica di questi eventi tragici è il più delle volte simile: un cittadino americano, che ha acquistato l’arma legalmente, apre il fuoco su un gruppo di civili, uccidendo e ferendone a dozzine in pochi minuti. La frequenza e l’atrocia di questi avvenimenti, e le modalità con cui prendono forma, è un orrore tutto americano, dovuto principalmente alla facilità con cui è possibile acquistare un’arma da fuoco negli Stati Uniti. Nonostante la crescente frequenza di queste stragi, nessuna tragedia sembra abbastanza grave da convincere il governo americano a modificare la legislazione sull’acquisto e l’utilizzo delle armi. Il diritto di possedere delle armi per legittima difesa è sancito dal Secondo Emendamento della Costituzione Americana che è sfruttato dalla politica americana per giustificare regolamentazioni permissive che rendono florido il mercato della compravendita di armi da fuoco.

L’opera di Nate Lowman si concentra sull’intersezione tra potere, bellezza e violenza: tagliando e incollando frammenti della realtà, Lowman costruisce un immaginario urbano e crudele, frammentato ed espanso in sospeso tra cronaca, riflessione storica e astrazione.

In Elliptical Machine Gun Nate Lowman sperimenta un collegamento ideale tra l’immaginario delle armi automatiche e il mondo delle macchine ellittiche (una tipologia di macchine per esercizi da palestra): queste due realtà sono unite dall’artista dall’idea che esista una possibilità sovraumana di forza infinita, mortale e muscolare.

Fiori, fori di proiettile e attrezzature da palestra diventano nelle tele di Nate Lowman astrazioni esistenziali, espansioni e frammentazioni della realtà contemporanea che mettono in luce le infinite psicosi della società americana di oggi, in bilico tra sogno e realtà, vita e morte. 
Nate Lowman è nato nel 1979 a Las Vegas e attualmente vive e lavora a New York. Le mostre personali più recenti includono: Before and after, Aspen Art Museum, Aspen, USA (2017); World of Interiors, FRAC Champagne-Ardenne, Reims, F (2016); America Sneezes, Dallas Contemporary, Dallas, USA (2015); Rave the Painforest, Maccarone, New York, USA, (2014); I Wanted to Be an Artist But All I Got Was This Lousy Career, The Brant Foundation Art Study Center, Greenwich, USA, (2012); Three Amigos: Gift Ghost GAP, American Academy in Rome, Rome, Italy, (2011); The Natriot Act, Astrup Fearnely Museum, Oslo, Norway, (2009); Nate Lowman, The Hydra Workshop, Hydra, Greece, (2009); Axis of Praxis, Midway Contemporary Art Center, Minneapolis, USA, (2006). Nate Lowman ha preso parte a numerose mostre collettive quali: Progressive Praxis, de la Cruz Collection, Miami, USA (2016); Storylines, The Solomon R. Guggenheim Museum, New York, USA (2015); Second Chances, Aspen Art Museum, Aspen, USA (2015); Three Blind Mice, Dhondt-Dhaenens Museum, Deurle, Belgium, (2014); Temi e Variazioni. L’Impero della Luce, Peggy Guggenheim Collection, Palazzo Venier dei Leoni, Venice, Italy, (2014); 12th Biennale de Lyon, La Biennale de Lyon, Lyon, France (2013); Nate Lowman: Homage to Jay Defeo, public performance at the Whitney Museum of American Art, New York, USA (2013); American Exuberance, Rubell Family Collection, Miami, USA, (2011); Fresh Hell, Palais de Tokio, Paris, France, (2010). 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI