Paolo Roversi. Incontri

© Paolo Roversi | Paolo Roversi, Ravenna, Paris 2003

 

Dal 17 Novembre 2017 al 18 Febbraio 2018

Milano

Luogo: Galleria Carla Sozzani

Indirizzo: corso Como 10

Orari: tutti i giorni 10.30-19.30; mercoledì e giovedì 10.30-21

Telefono per informazioni: +39 02.653531

E-Mail info: galleria@galleriacarlasozzani.org

Sito ufficiale: http://www.galleriacarlasozzani.org


Comunicato Stampa:
In concomitanza con la grande esposizione di Palazzo Reale a Milano, la Fondazione Sozzani con la mostra “Incontri” mette in evidenza la struttura propriamente pittorica delle fotografie di Paolo Roversi.
 
Roversi è artista della composizione e della geometria, con un approccio astratto alla realtà.
Fin dagli Anni '80 le sue fotografie rispondono a una costante esigenza formale che dà loro
un carattere sorprendentemente atemporale, in contraddizione con il gusto e gli usi della moda.
 
La sua familiarità con la storia dell'arte, e con la pittura italiana in particolare, gli permette di fotografare come un pittore. Lavora spesso a serie costruite attorno a un tema o a un modello, come se cercasse di estrarne tutte le possibilità plastiche.
 
Per questa esposizione Roversi ha raccolto le sue fotografie a due e a tre, in dittici e trittici.
Questo procedimento, mai utilizzato prima in modo sistematico, offre uno sguardo inedito sul
suo lavoro, dandogli una dimensione monumentale.
La composizione a più elementi gli consente di dare un’attenzione maggiore al soggetto arricchendone la lettura. Come nei polittici del Rinascimento, che ricorrono ampiamente a questo metodo. In questa mostra la fotografia di Paolo Roversi appare più serena e controllata che mai.
 
Insieme ai più di trenta dittici e trittici – realizzati appositamente per questa mostra a partire da alcune delle più importanti foto di Roversi – viene presentata per la prima volta una selezione di ritratti incrociati di Paolo Roversi e Robert Frank realizzati nel 2001 in Nova Scotia. 

Paolo Roversi (Ravenna, 1947) inizia a lavorare come fotoreporter per l’Associated Press negli anni Settanta. Nel novembre del 1973, su suggerimento di Peter Knapp, direttore creativo della rivista Elle, si trasferisce a Parigi dove lavora per la Huppert Agency.
 
Nel 1974 diventa assistente del fotografo inglese Laurence Sackman. Lasciato lo studio di Sackman, inizia a lavorare per Elle e Dépêche Mode. Il suo primo servizio fotografico importante è pubblicato su Marie Claire, e firma la campagna di Christian Dior.
 
Nel 1980 inizia a utilizzare la pellicola Polaroid 20x25 cm e collabora con le maggiori riviste di moda: Elle, Marie Claire, Harper's Bazaar e Vogue. Negli stessi anni inizia a scattare per alcuni tra i più importanti nomi della moda: Yohji Yamamoto, Azzedine Alaïa, Comme des Garçons, Christian Dior, Yves Saint Laurent, Hermès, Giorgio Armani e Valentino.   
 
Vince nel 1996 il Trophée de la Mode di Parigi come miglior fotografo e nel 2001 è premiato dai China Fashion Awards. Nel 2000 espone a Milano alla Galleria Carla Sozzani; nel 2002 a New
York alla Galleria Pace/MacGill; nel 2006 in Giappone al Yokohama Red Brick Warehouse Number 1; nel 2008 ai Rencontres Internationales de la Photographie d’Arles e nel 2009 a
Berlino alla Camera Work Galerie; nel 2017 a Milano a Palazzo Reale e alla Fondazione Sozzani.  
 
Tra le numerose pubblicazioni, Roversi ha pubblicato due libri dedicati al ritratto: “Angeli” nel 1994 e “Al Moukalla” nel 1995 per Camera Oscura e diverse monografie: “Una Donna”, Carla Sozzani Editore, 1989; “Nudi”, Editions Stromboli, 1999; “Libretto”, Editions Stromboli, 2000; “Studio”, Steidlangin, 2005; “Secrets”, Editions Stromboli, 2013; “Dior Images”, Rizzoli International, 2018.
 
 
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI