Erranza e Disorientamento. Dialoghi in fotografia

Erranza e Disorientamento. Dialoghi in fotografia. Mario Martignetti, Emiliano Vegliante

 

Dal 14 Dicembre 2018 al 21 Dicembre 2018

Roma

Luogo: Spazio Cerere

Indirizzo: via degli Ausoni 3

Orari: dal lunedì al venerdì 17-19; sabato e domenica 18.30-22; su appuntamento

Curatori: Ottavio Celestino

Costo del biglietto: ingresso gratuito

E-Mail info: organizzazione@spaziocerere.it


Comunicato Stampa:
Venerdì 14 dicembre alle ore 18.30 inaugura presso lo Spazio Cerere la mostra fotografica ERRANZA E DISORIENTAMENTO, doppia personale di Mario Martignetti ed Emiliano Vegliante, a cura di Ottavio Celestino.
 
Nel progetto fotografico di Mario Martignetti ed Emiliano Vegliante, aleggia un velato stato di coscienza-incoscienza tra realtà e finzione: uno scenario volutamente in bilico tra concretezza realistica del paesaggio urbano, industriale, agricolo e un'esplicita volontà di astrazione.
È quella di Martignetti e Vegliante una fotografia matura e cosciente di quali siano i canoni classici della composizione e della tecnica, ma al tempo stesso vuole essere una fotografia completamente libera dai vincoli della documentazione. Vaga in essa un senso di disorientamento quasi esplicito: sono fabbriche o città futuribili ? È una decadenza ecologica per troppa presenza dell’individuo o per eccessiva assenza?
Nelle immagini presentate la fotografia è composita, libera dal singolo punto di vista perché influenzata dal subconscio umano e dalle emozioni. I due autori non intendono alimentare il visibile ma ambiscono a documentare qualcosa d’invisibile, vogliono suggerire un mondo dove l’uomo è appena percepibile nelle tracce di questi paesaggi, forse a ricordarci di un mondo eccessivamente meccanizzato e virtualizzato.
Una chiara sintonia d’intenti per misurarsi in un racconto dello spazio e degli spazi umani tra smarrimento ed alienazione, tra conosciuto e sconosciuto, quasi una metafora implicita del mondo interiore.
Ottavio Celestino

Mario Martignetti nasce a Buonabitacolo (SA). Per i suoi studi si trasferisce Napoli e si stabilisce poi a Roma dove nel 2009 si diploma al master triennale dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata. Inizia da subito a collaborare con diversi studi fotografici importanti della capitale. Negli anni acquisisce una padronanza di linguaggio che oscilla tra video, fotografia e postproduzione digitale. Nel 2014 partecipa al progetto promosso dalla Fondazione Peretti “Ghitta Carell e il potere del ritratto”. Dal 2014 al 2017 è responsabile della documentazione fotografica delle mostre per la Fondazione Pastificio Cerere di Roma. Nel 2016 per Mondo Mostre Skira realizza la documentazione fotografica della mostra “Dagli Impressionisti a Picasso” presso Palazzo Ducale di Genova. Nel 2016 per l’Istituto superiore Leon Battista Alberti, in collaborazione con Melting Pro realizza il video: ”Made and told”. In questi anni è intensa la sua collaborazione in qualità di fotografo con gli artisti: Nunzio, Giuseppe Gallo, Marco Tirelli, Giangaetano Patanè e Bruno Ceccobelli. È attivo presso lo Studio 123 di Roma dove attualmente è operativo nella organizzazione e gestione di diversi clienti italiani ed esteri.
 
Emiliano Vegliante, nato a Roma nel 1974, si avvicina alla fotografia nei primi anni del 2000. Si diploma presso la Scuola Romana di Fotografia, frequenta successivamente numerosi workshop di fotografia di paesaggio. Sviluppa una propria ricerca nell’ambito della fotografia di landscape, realizzando diversi reportage tra Islanda, Namibia, Turchia, Giordania, Albania, Usa, ecc. Nei suoi lavori fotografici ha applicato negli ultimi anni una peculiare visione del paesaggio dove la fotografia assume un’impronta meno descrittiva e più emozionale. Partecipa a numerose collettive in Italia. I suoi lavori sono distribuiti da Getty Images e ClickAlps. E’ per altro attivo nel mondo della didattica svolgendo interventi di formazione presso RUFA e ISIA e ISFCI.
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI