Dieter Roth. Le pagine

© Dieter Roth Estate. Courtesy Hauser & Wirth / Ph. Stefan Altenburger Photography Zürich | Dieter Roth, pagine aperte di Copy book (No. 34), 1981, Hamburg, published by Dieter Roth’s Verlag, Basel 1990-94

 

Dal 02 Novembre 2018 al 04 Novembre 2018

Torino

Luogo: La Centrale - Nuvola Lavazza

Indirizzo: via Ancona 11/a

Curatori: Elena Volpato

Enti promotori:

  • Patrocinio di Regione Piemonte
  • Torino Metropoli - Città metropolitana di Torino
  • Città di Torino

Costo del biglietto: € 5 (valido tre giorni)

Sito ufficiale: http://www.flatartbookfair.com


Comunicato Stampa:
Nell’ambito dell’edizione di FLAT 2018, il secondo appuntamento del ciclo di mostre Le pagine celebra Dieter Roth, figura primaria nella storia del libro d’artista, presentando più di cento suoi libri e l’intero corpus dei suoi diari manoscritti, per documentare l’importanza di un lavoro che continua a rappresentare una fonte inesauribile d’ispirazione per gli artisti contemporanei. 

La mostra, a cura di Elena Volpato - storica dell’arte, conservatore e curatore della GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino - è allestita presso La Centrale del nuovo complesso Nuvola Lavazza e offre un percorso attraverso le diverse stagioni che videro Roth impegnato a ripensare il libro come forma d’espressione e come spazio di ricerca, partendo dai suoi primi lavori della seconda metà degli anni ’50, legati alla stagione internazionale dell’arte optical, per poi mostrare come ha  interpretato alcuni dei tratti più tipici dell’arte pop e della lunga stagione concettuale, fino alla vasta produzione di Copybooks degli anni ‘80 e ‘90. 

La selezione di libri racconta l’intero arco cronologico della sua attività 
con uno sguardo attento a due temi fondamentali e in molti modi intrecciati tra loro: la copia e l’autobiografia. La copia, intesa come spazio di inesausta variazione, è la regola compositiva di base adottata da Roth mentre l’autobiografia è una modalità costantemente presente nel  suolavoro. In mostra i due temi emergeranno dal continuo rapporto tra i diari manoscritti e le loro successive versioni editate e ripubblicate, tra la prima edizione dei libri e le loro quasi immediate versioni successive, comprese le raccolte antologiche approntate dallo stesso artista. 

Orari: 2-4 novembre ore 11-19; 3 novembre ore 11-21

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI