Museo d’Arte Mendrisio | Dal 28 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019
Una mostra da non perdere dedicata al grande pittore di Lipsia che amava il Sud dell'Europa.

Il Museo d’Arte Mendrisio dedica una preziosa antologica a Max Beckmann, considerato uno dei più grandi Maestri dell’arte moderna, al pari di Picasso e Matisse. Beckmann, Nato a Lipsia nel 1884, è tra gli artisti del XX secolo uno di quelli che ha più profondamente vissuto e sofferto il proprio tempo, attraversando stagioni alterne di fama, esilio, ostracismo e rinnovato apprezzamento nel corso degli ultimi anni della sua esistenza, riflesso diretto del destino dell'arte moderna e dei suoi protagonisti nella prima metà del secolo.

I 30 dipinti, i 15 acquarelli, le 80 grafiche e le 3 sculture in mostra rivelano appieno l'intensità della vita dell'artista e le contraddizioni della sua epoca. Opere affascinanti, enigmatiche e ricche di simboli, in cui predominano la grande sicurezza di Beckmann nell’uso del colore e una generale capacità di trasfigurazione delle categorie tradizionali dell’arte, dalle nature morte alle scene impregnate di serenità e gioia di vivere, ispirate ai soggiorni estivi sulla tanto amate coste mediterranee italiane e francesi.

Vedi anche:
Max Beckmann. Dipinti, sculture, acquerelli, disegni e grafiche
 

FOTO


Max Beckmann e lo spirito del tempo

Max Beckmann, Gli amanti (verde e giallo), 1940-1943, Olio su tela, 80 x 60 cm, Museum Ludwig, Köln/Legat Lilly von Schnitzler-Mallinckrodt, Ankauf 1957| © 2018, ProLitteris, Zurich
Max Beckmann, Gli amanti (verde e giallo), 1940-1943, Olio su tela, 80 x 60 cm, Museum Ludwig, Köln/Legat Lilly von Schnitzler-Mallinckrodt, Ankauf 1957| © 2018, ProLitteris, Zurich
   
 
  • Max Beckmann, Gli amanti (verde e giallo), 1940-1943, Olio su tela, 80 x 60 cm, Museum Ludwig, Köln/Legat Lilly von Schnitzler-Mallinckrodt, Ankauf 1957| © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Iris neri, 1928, Olio su tela, 45 x 80 cm, Rosemarie Ketterer Stiftung. Dauerleihgabe im Kirchner Museum Davos | © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Autoritratto su sfondo verde con camicia verde, 1938-1939, Olio su tela, 50 x 65.5 cm, Museum der bildenden Künste Leipzig Nachlass Mathilde Q. Beckmann | © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Marina a Noordwijk (Cavaliere sulla spiaggia), 1946, Olio su tela, 87.5 x 55 cm, Buchheim Museum der Phantasie, Bernried am Starnberger See | © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Ragazze in nero e verde (Due donne spagnole), 1939 olio su tela 127 x 116 cm Collezione privata © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Paesaggio con mongolfiera, 1917, Olio su tela, 100.5 x 75.5 cm, Museum Ludwig, Köln/Ankauf 1954 | © 2018, ProLitteris, Zurich
  • Max Beckmann, Siesta, 1924-1934, Olio su tela, 95 x 35 cm, Collezione privata | © 2018, ProLitteris, Zurich
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Sulle tracce di Antonello da Messina foto | Milano | Palazzo Reale | 21 febbraio - 2 giugno 2019 Sulle tracce di Antonello da Messina Milano dedica una mostra imperdibile al Maestro indiscusso del Quattrocento italiano.   L'arte oltre i confini foto | Museo Nazionale di Ravenna | Dal 16 febbraio al 26 maggio 2019 L'arte oltre i confini Con Il mestiere delle arti. Seduzione e bellezza nella contemporaneità il Museo Nazionale di Ravenna esplora i confini tra arte e artigianato.   Robert Mapplethorpe. Visioni di un'eterna danza foto | Napoli | Museo Madre | Dal 14 dicembre 2018 all'8 aprile 2019 Robert Mapplethorpe. Visioni di un'eterna danza In scena al Museo Madre la mostra tributo al grande fotografo americano che amava Napoli.   Tra paesaggi e giardini, le personali geografie della famiglia Ciardi foto | Conegliano | Palazzo Sarcinelli | Dal 16 febbraio al 23 giugno 2019 Tra paesaggi e giardini, le personali geografie della famiglia Ciardi La mostra I Ciardi. Paesaggi e giardini ripercorre la vicenda di una delle più importanti famiglie della storia dell’arte veneta a cavallo tra '800 e '900.   Istantanee da un incredibile pianeta foto | Aosta | Forte di Bard | Dal 2 febbraio 2019 al 2 giugno 2019 Istantanee da un incredibile pianeta Il Wildlife Photographer of the Year torna a stupire con la sua 54ma edizione, in anteprima italiana al Forte di Bard di Aosta.   Hayez, Segantini e lo spirito dell'800 foto | Forlì | Musei San Domenico | 9 febbraio - 16 giugno 2019 Hayez, Segantini e lo spirito dell'800 Ai Musei San Domenico di Forlì i capolavori dell'arte italiana dell'800 raccontano di un’epoca nuova, in bilico tra passato e futuro.   Max + Max o del gaio antidoto per distopia immanente foto | ZAC - Palermo | Cantieri Culturali alla Zisa | Dal 24 gennaio al 24 marzo 2019 Max + Max o del gaio antidoto per distopia immanente L'arte di Max Papeschi e Max Ferrigno celebra a Palermo l'apoteosi dell'assurdo.   Alle porte dell'onirico foto | Roma | Chiostro del Bramante | Dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019 Alle porte dell'onirico Con la mostra DREAM. L'arte incontra i sogni il Chiostro del Bramante si immerge in un'ipnotica luce blu stellata e diventa porta verso il mondo dell'onirico.   Il fotografo equilibrista dell'immaginario foto | Cava de' Tirreni Salerno | Complesso Monumentale di San Giovanni Battista al Borgo Grande | Fino al 3 marzo 2019 Il fotografo equilibrista dell'immaginario Appuntamento a Cava de’ Tirreni con Robert Doisneau. Pescatore d’immagini la rassegna dedicata ad uno dei fotografi simbolo del Novecento.   Boldini e il mito di un'epoca oltre le mode foto | Ferrara | Palazzo dei Diamanti | Dal 16 febbraio al 2 giugno 2019 Boldini e il mito di un'epoca oltre le mode Il Palazzo dei Diamanti a Ferrara accoglie gli artisti della Belle Époque, in occasione di una mostra inedita dedicata al rapporto tra arte e moda: ospite d'onore Giovanni Boldini (1842 - 1931).   Donne nell'arte - L'universo ineffabile foto | Roma | Galleria d’Arte Moderna | Dal 23 gennaio al 13 ottobre 2019 Donne nell'arte - L'universo ineffabile Una rassegna dedicata alla figura della donna nell'arte a cavallo di tre secoli.   Storie a mano libera foto | Venezia | A plus A Gallery | Dal 19 gennaio al 28 febbraio 2019 Storie a mano libera Un tributo corale al disegno come strumento rivelatore dei cambiamenti politico-sociali di un intero Paese.