Torino | Galleria Sabauda Torino | 20 giugno - 30 settembre 2018

L'esposizione Il silenzio sulla tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya, nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda ai Musei Reali di Torino  dal 20 giugno al 30 settembre 2018, è un vero e proprio omaggio italo-belga alla pittura spagnola.

Le circa quaranta opere in mostra, provenienti da prestigiosi musei pubblici come il Museo del Prado, il Louvre, le Gallerie degli Uffizi e l’Art Museum di San Diegoe da importanti collezioni private, rappresentano la nascita e lo sviluppo del genere pittorico della natura morta (bodegón in spagnolo), diffusosi in Europa intorno al 1590-1600, di cui i pittori iberici furono tra i massimi esponenti.

I lavori di grandi artisti, da Sánchez Cotán a Juan de Zurbarán, da Peter Binoit a Tomás López Enguídanos, da Meléndez a Goya, tracciano due secoli di evoluzione della rappresentazione in pittura di oggetti della quotidianità, frutta, verdura o animali, isolati e raffigurati indipendentemente dalla presenza dell’uomo, a partire dai 'silenzi' propagati dalle tele seicentesche, concentrate sull’indagine accurata e minuziosa degli oggetti della vita quotidiana e della natura, passando per i trionfi compositivi barocchi, opulenti di decorazioni floreali e colmi di significati simbolici, fino all’epoca delle accademie e all'assunzione a pieno titolo del genere all’interno dei canoni artistici.

Vedi anche:
Il silenzio sulla tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya
 

FOTO


Natura morta. Nascita e trionfo del bodegón

Juan de Arellano (1614 - 1676), Floreros ante un espejo, 1676, Museo de Bellas Artes de la Coruña di Madrid
Juan de Arellano (1614 - 1676), Floreros ante un espejo, 1676, Museo de Bellas Artes de la Coruña di Madrid
   
 
  • Juan de Arellano (1614 - 1676), Floreros ante un espejo, 1676, Museo de Bellas Artes de la Coruña di Madrid
  • Antonio de Pereda (1611 - 1678), Il sogno del Cavaliere, 1650 circa, RABASF, Madrid
  • Juan Sánchez Cotán (1560 - 1627), Natura morta con mela cotogna, cavolo, melone e cetriolo, 1602 circa, San Diego Museum of Art
  • Tomás López Enguídanos (1773 - 1814), Natura morta con Uccelli, Melone e Bottiglia di Vino Peralta, 1807, RABASF Madrid
  • Juan Sánchez Cotán (1560 - 1627), Bodegón de frutas, verduras y hortalizas, 1602, Private collection
  • Peter Binoit (1590 - 1632), Natura morta con frutta, dolci, crostacei, un bicchiere e un topo, Musei Reali Torino
  • Bernardo Lorente Germán (1685 - 1757), Trompe l'oeil, Tabacco. Allegoria dell'Olfatto, Louvre
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Il fuoco eterno di Tintoretto foto | Tintoretto. Un Ribelle a Venezia | Al cinema dal 25 al 27 febbraio 2019 Il fuoco eterno di Tintoretto Presto al cinema lo splendore della Venezia del '500 sarà teatro della versione cinematografica della vita del grande pittore definito da Jean-Paul Sartre “primo cineasta della storia”.   Sulle tracce di Antonello da Messina foto | Milano | Palazzo Reale | 21 febbraio - 2 giugno 2019 Sulle tracce di Antonello da Messina Milano dedica una mostra imperdibile al Maestro indiscusso del Quattrocento italiano.   L'arte oltre i confini foto | Museo Nazionale di Ravenna | Dal 16 febbraio al 26 maggio 2019 L'arte oltre i confini Con Il mestiere delle arti. Seduzione e bellezza nella contemporaneità il Museo Nazionale di Ravenna esplora i confini tra arte e artigianato.   Robert Mapplethorpe. Visioni di un'eterna danza foto | Napoli | Museo Madre | Dal 14 dicembre 2018 all'8 aprile 2019 Robert Mapplethorpe. Visioni di un'eterna danza In scena al Museo Madre la mostra tributo al grande fotografo americano che amava Napoli.   Tra paesaggi e giardini, le personali geografie della famiglia Ciardi foto | Conegliano | Palazzo Sarcinelli | Dal 16 febbraio al 23 giugno 2019 Tra paesaggi e giardini, le personali geografie della famiglia Ciardi La mostra I Ciardi. Paesaggi e giardini ripercorre la vicenda di una delle più importanti famiglie della storia dell’arte veneta a cavallo tra '800 e '900.   Istantanee da un incredibile pianeta foto | Aosta | Forte di Bard | Dal 2 febbraio 2019 al 2 giugno 2019 Istantanee da un incredibile pianeta Il Wildlife Photographer of the Year torna a stupire con la sua 54ma edizione, in anteprima italiana al Forte di Bard di Aosta.   Hayez, Segantini e lo spirito dell'800 foto | Forlì | Musei San Domenico | 9 febbraio - 16 giugno 2019 Hayez, Segantini e lo spirito dell'800 Ai Musei San Domenico di Forlì i capolavori dell'arte italiana dell'800 raccontano di un’epoca nuova, in bilico tra passato e futuro.   Max + Max o del gaio antidoto per distopia immanente foto | ZAC - Palermo | Cantieri Culturali alla Zisa | Dal 24 gennaio al 24 marzo 2019 Max + Max o del gaio antidoto per distopia immanente L'arte di Max Papeschi e Max Ferrigno celebra a Palermo l'apoteosi dell'assurdo.   Alle porte dell'onirico foto | Roma | Chiostro del Bramante | Dal 29 settembre 2018 al 5 maggio 2019 Alle porte dell'onirico Con la mostra DREAM. L'arte incontra i sogni il Chiostro del Bramante si immerge in un'ipnotica luce blu stellata e diventa porta verso il mondo dell'onirico.   Il fotografo equilibrista dell'immaginario foto | Cava de' Tirreni Salerno | Complesso Monumentale di San Giovanni Battista al Borgo Grande | Fino al 3 marzo 2019 Il fotografo equilibrista dell'immaginario Appuntamento a Cava de’ Tirreni con Robert Doisneau. Pescatore d’immagini la rassegna dedicata ad uno dei fotografi simbolo del Novecento.   Boldini e il mito di un'epoca oltre le mode foto | Ferrara | Palazzo dei Diamanti | Dal 16 febbraio al 2 giugno 2019 Boldini e il mito di un'epoca oltre le mode Il Palazzo dei Diamanti a Ferrara accoglie gli artisti della Belle Époque, in occasione di una mostra inedita dedicata al rapporto tra arte e moda: ospite d'onore Giovanni Boldini (1842 - 1931).   Donne nell'arte - L'universo ineffabile foto | Roma | Galleria d’Arte Moderna | Dal 23 gennaio al 13 ottobre 2019 Donne nell'arte - L'universo ineffabile Una rassegna dedicata alla figura della donna nell'arte a cavallo di tre secoli.