Gli appuntamenti sul web in attesa del 3 dicembre

L'arte sfodera la sua agenda digitale: dalle "opere al telefono" a Van Gogh in musica

Vincent Van Gogh, Paesaggio a Saint-Remy, 1889. Ny Carlsberg Gliptotek, Copenaghen. Prestito a lungo termine della National Gallery of Denmark
 

Samantha De Martin

10/11/2020

Che sia al telefono o al pianoforte, attraverso reading o visite virtuali, l’arte sbarca sul web e sfrutta le sorprendenti potenzialità del digitale per arricchire la sua agenda settimanale di appuntamenti con la bellezza.
Dalle parole di Van Gogh - lette da Marco Goldin e accompagnate al piano da Remo Anzovino - alle opere degli Uffizi raccontate su Facebook dai curatori delle Gallerie, i musei non si arrendono all’emergenza e aspettano la riapertura (si spera il prossimo 3 dicembre) riprogrammando le attività per regalare al pubblico di art lovers il conforto a colori di fotografie e capolavori senza tempo. Dai canali social degli Uffizi a quelli della Triennale, ecco alcuni eventi online da non perdere.

• I lunedì in musica con il Van Gogh di Goldin e Anzovino
L’appuntamento è tutti i lunedì (il 16, 23 e 30 novembre) in diretta alle 21 sulla pagina Facebook e sul sito di Linea d’ombra. La mostra Van Gogh. I colori della vita (in corso fino all’11 aprile al Centro San Gaetano di Padova), per effetto del nuovo DPCM, è chiusa al pubblico fino al 3 dicembre. Ma il curatore Marco Goldin, con il compositore e pianista Remo Anzovino, non si arrende a consegnare la magia a colori di Vincent al buio delle sale e, lunedì dopo lunedì, propone un emozionante format dedicato al maestro, con argomenti di volta in volta diversi.
I racconti e le letture di Marco Goldin si intrecciano con le musiche composte e suonate al pianoforte da Remo Anzovino. Le prossime puntate, della durata di circa venti miuti, saranno dedicate agli amici di Van Gogh ad Arles, al tema della malinconia nella casa di cura di Saint-Rémy e alla fine del viaggio nella vita a Auvers.


Vincent van Gogh, Paesaggio con covoni e luna nascente, 1889, Olio su tela, 72 x 91.3 cm, Otterlo, Kröller-Müller Museum | © 2020 Collection Kröller-Müller Museum, Otterlo, The Nederlands | Foto: © Rik Klein Gotink, Harderwijk

• Il martedì e il venerdì appuntamento su Facebook con “Uffizi On Air”

Alla nuova chiusura dei musei le Gallerie degli Uffizi rispondono raggiungendo il loro pubblico in diretta attraverso la rete. Si chiama Uffizi On Air il nuovo progetto social che, ogni martedì e venerdì alle 13, sul profilo Facebook delle Gallerie, farà incontrare il pubblico con curatori e specialisti del museo fiorentino, alla scoperta dei capolavori, tra dettagli, aneddoti, curiosità.
Oggi, martedì 10 novembre, in diretta dalla mostra Arte e Scienza, ospitata agli Uffizi, Alessandra Griffo illustrerà il celebre dipinto Esperimento su di un uccello inserito in una pompa pneumatica, eseguito nel 1768 dal pittore inglese Joseph Wright of Derby, capolavoro indiscusso della National Gallery di Londra.
Per seguire la diretta e interagire con la curatrice basterà sintonizzarsi sulla pagina Facebook.
Tra le iniziative in programma si segnala, prossimamente, anche la “trasposizione” online dell’ultimo trittico di mostre inaugurate nelle scorse settimane (L’esperimento di Joseph Wright of Derby per la prima volta in Italia, Il ritorno a Firenze del Leone X di Raffaello, Imperatrici, Matrone, Liberte. Volti e segreti delle donne romane).


Gallerie degli Uffizi, terzo corridoio

• I martedì della Triennale nel segno di Enzo Mari
Si chiama Triennale Upside Down l’offerta culturale online sfoderata, in queste settimane di chiusura, da Triennale Milano. Dopo l’esperienza di Triennale Decameron, Triennale si trasforma in spazio digitale, un hub attraverso cui restituire la vocazione interdisciplinare dell’istituzione e veicolarne i contenuti, concentrandosi sulle mostre recentemente inaugurate. Tra le iniziative si inserisce il format Enzo Mari is Enzo Mari. Ogni martedì alle 17.30 il canale Instagram della Triennale ospita curatori, progettisti, artisti e designer i cui contributi sono pubblicati nel catalogo della mostra Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli, attualmente chiusa al pubblico.
Oggi, martedì 10 alle 17.30, Lorenza Baroncelli dialogherà con Francesca Giacomelli sui contenuti dell'esposizione, oltre che sulla pratica e sulla poetica del designer.


Enzo Mari, La serie della natura, N.1: la mela, con Elio Mari, serigrafia su texilina, Danese Milano, 1961

• Ogni mercoledì, le “Opere al telefono” della Fondazione Palazzo Magnani (dall'11 novembre)
L’appuntamento è il mercoledì dalle 17 alle 19, al telefono, chiamando il numero 0522-444446.
A partire dall’11 novembre, e fino al 23 dicembre, la Fondazione Magnani propone un modo divertente per consentire al pubblico da casa di ammirare le opere esposte nella mostra True Fictions. Fotografia visionaria dagli anni ‘70 ad oggi.
Sulla scia delle favole che Gianni Rodari - del quale ricorrono quest'anno i cento anni dalla nascita - raccontava al telefono alla figlia lontana, il progetto "Opere al telefono" darà la possibilità ai visitatori virtuali di entrare nell'opera, chiacchierando con gli esperti della Fondazione. Basterà sfogliare il catalogo sul sito, scegliere l'immagine che più incuriosisce e telefonare. Gli esperti della Fondazione saranno a disposizione del pubblico per svelare aneddoti e curiosità circa le tecniche, la vita degli artisti e i loro progetti, delle verità e delle finzioni che queste fotografie nascondono.

• I mercoledì del MArTA
Anche il Museo Archeologico Nazionale di Taranto sarà al centro di una serie di appuntamenti culturali in formato digitale.
Si comincia domani, 11 novembre, con la video conferenza, in diretta Facebook dalle 18, dedicata al laboratorio digitale creativo del MArTA, specializzato in stampa 3 D e digitale delle collezioni del museo che racconta l’esperienza dei Fab Lab nel rapporto con i musei. Sul sito del MArTA Lab i più giovani potranno imparare a ricreare un medaglione o
disegnare e stampare in 3D un vaso a figure rosse.
Prossimi appuntamenti, il 18, il 25 novembre, il 2, il 9 e il 17 dicembre. Si parlerà dei rapporti tra Italia Meridionale e mondo miceneo, delle donne al loutherion, del tempio di Athena e dell'antica storia di Poseidonia, della storia di Pompei e dei centri vesuviani e di Torre Castelluccia, un centro esemplare dell’età del bronzo nel Golfo di Taranto.


• La Scapigliatura si sposta su Instagram
I sovversivi venti della Scapigliatura abbandonano temporaneamente le sale del Palazzo delle Paure di Lecco per diffondere sui social gli stili e i linguaggi anticonformisti di artisti come Tranquillo Cremona, Daniele Ranzoni, Giuseppe Grandi, tra i protagonisti della mostra La Scapigliatura. Una generazione contro. In attesa della riapertura, il prossimo 3 dicembre, i canali social di ViDi Cultural continueranno a proporre approfondimenti sulle opere dei maggiori esponenti del movimento nato e sviluppatosi in Italia nella seconda metà del XIX secolo, attraverso una serie di pillole video a cura di Simona Bartolena.


Daniele Ranzoni, Lo chalet di Villa Ada Ghiffa sul Lago Maggiore, Olio su tela, 100 x 75 cm, Collezione privata

• Dal 10 al 14 novembre Lo schermo dell'arte in versione online

Lo schermo dell’arte - il festival di cinema e arte contemporanea dedicato all’esplorazione, all’analisi e alla promozione delle relazioni tra arte contemporanea, moving images e cinema - si svolgerà dal 10 al 14 novembre on demand, sulla piattaforma PiùCompagnia in collaborazione con Mymovies, e sarà disponibile in streaming fino al 22 novembre.
Gli oltre 40 film si potranno vedere direttamente dal proprio divano di casa con un abbonamento standard di euro 9,90, acquistabile sul sito ufficiale dell’iniziativa.

• Il 12 e il 26 novembre sui canali social del MANN si parla dei saperi del restauro e di Cuma
Nel mese di chiusura, le attività del Museo Archeologico Nazionale di Napoli proseguono sui canali Facebook e Youtube, con gli Incontri di Archeologia, già inseriti nell'annunciata programmazione 2020.
Il 12 novembre alle 16 Antonio Scognamiglio ci accompagna tra i saperi e le tecniche del restauro, mentre il 26 novembre il pubblico da casa scoprirà le origini di Cuma in compagnia di Matteo D'Acunto.
Su Facebook ed Instagram gli internauti saranno invitati a esplorare i contenuti scientifici e divulgativi dedicati alle collezioni permanenti del MANN, alla mostra sugli Etruschi ed ai nuovi allestimenti.
Itinerari d'autore, alla scoperta delle collezioni del museo napoletano saranno costruiti online con le fotografie di Luigi Spina, che dedica un lavoro di studio e ricerca agli allestimenti permanenti del Museo, mentre un focus sui depositi dell'Archeologico anticipa la mostra Sing Sing. Il corpo di Pompei. Sempre sui canali social sarà possibile sfogliare il fumetto "Missione Magna Grecia", realizzato dalla Scuola Italiana di Comix per raccontare la collezione del MANN, così come conoscere, in anteprima, alcuni contenuti dedicati ai Gladiatori.

Dal 23 novembre la Collezione Peggy Guggenheim dà appuntamento ai soci su Zoom
Otto lezioni lungo un fil rouge che lega arte, pubblicità, cinema, moda, alchimia. È l’iniziativa della Collezione Peggy Guggenheim che, a partire dal 23 novembre, propone L'Arte è Vita, una nuovo corso, diviso in due cicli di quattro lezioni ciascuno su Zoom, riservato ai soci del museo.

In attesa di riaprire le porte di Palazzo Venier dei Leoni, la Collezione affida ad Alessandra Montalbetti le lezioni, che si svolgeranno alle 19, secondo il calendario disponibile sul sito ufficiale.
 Le lezioni del primo ciclo si svolgeranno il 23 e il 30 novembre, il 14 e il 21 dicembre.

• Una mostra online nel segno di Modigliani
Non è invece legata a specifiche date sul calendario la mostra virtuale Nel segno di Modigliani, disponibile on-line, gratuitamente in italiano e in inglese, sul sito dell’Istituto Amedeo Modigliani. Attraverso una serie di clic gli ospiti digitali potranno immergersi nell'atmosfera culturale e familiare nella quale maturò l'esperienza artistica e personale di Modigliani, tra le persone, i ricordi, le donne, gli amici, gli affetti del pittore geniale che “spogliava l’anima” dei suoi soggetti. Opere, fotografie, oggetti dell’artista prendono vita attraverso la ricostruzione virtuale della casa di Grugua in Sardegna, dove Amedeo trascorreva le sue estati, e tra gli oltre 60 capolavori che il visitatore potrà studiare da vicino, ascoltando le parole di Amedeo e dei suoi amici che accompagneranno il visitatore nel tour. Ad accoglierlo in questo viaggio in formato Modlight® sarà lo stesso pittore di Livorno che presenterà la sua stanza, accanto alla modella Kiki di Montparnasse e all'amata Jeanne Hébuterne.


Amedeo Modigliani (Livorno,1884 - Parigi, 1920), Ritratto di Jeanne Hébuterne

• La Quadriennale si trasferisce sui canali social
Era stata inaugurata lo scorso 29 ottobre, con una "festa" sobria, svoltasi nel totale rispetto delle norme anti-Covid, per chiudere dopo appena una settimana. Ma la Quadriennale non si arrende e si trasferisce sui canali social con una offerta diversificata che, nel corso delle settimane, spazierà dai podcast alle playlist musicali, dalle gallerie fotografiche alle rubriche di approfondimento.
Il lunedì sul sito, sul canale youtube e sui canali social, da non perdere l'appuntamento con Partita doppia: storie d’arte dalla Quadriennale tra passato e futuro, un progetto a cura dello storyteller Luca Scarlini che propone una originale narrazione della Quadriennale d’arte 2020 FUORI, mettendo in scena un dialogo fra i 43 artisti in mostra e altri importanti rappresentanti della storia dell’arte italiana e delle passate Quadriennali.
Il martedì sui canali social si prosegue con FUORItutto, brevi visite guidate dei curatori che descrivono gli immaginari degli artisti, le opere e le scelte allestitive di ciascuna sala, muovendosi attraverso il percorso espositivo.
La domenica su spotify (sul canale della Quadriennale), con replica su instagram, ci si rilassa con le playlist, una per ogni artista in mostra, selezionate settimanalmente dal team curatoriale.


Valerio Nicolai, veduta dell’installazione, Quadriennale d’arte 2020 FUORI | Foto: © DSL Studio | Courtesy Fondazione La Quadriennale di Roma

 Leggi anche:
• I Superamenti della Guggenheim: il museo come laboratorio di idee attraverso il potere rigenerativo dell'arte
• In arrivo a Padova i colori di Van Gogh
• Quadriennale d'Arte 2020: uno sguardo Fuori dagli schemi, dagli anni Sessanta ai giovani artisti



COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >