Proroga per “Iacopone da Todi e l’arte in Umbria nel Duecento”,

 

27/04/2007

Un grande poeta del Duecento e la grande stagione dell’arte umbra del suo tempo. Una delle città medioevali più suggestive d’Italia, Todi, hanno incantato i visitatori. Ancora per un mese, oltre la data prevista, è quindi possibile riassaporare le laudi del poeta negli antichi manoscritti e ammirare le preziose opere pittoriche e scultoree del clima francescano che fa da sfondo alla sua vita romanzesca. Con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria, Soprintendenza per i Beni Architettonici, il Paesaggio, il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico dell'Umbria, e del Comitato Nazionale per le Celebrazioni di Iacopone da Todi; promossa da: Comune di Todi, Diocesi di Orvieto-Todi, Unione Europea, Repubblica Italiana, Regione Umbria, Provincia di Perugia, Agenzia di Promozione Turistica dell'Umbria; con il sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia e con la collaborazione di Camera di Commercio di Perugia, Banca Popolare di Todi, Banca Popolare di Spoleto, la mostra “Iacopone da Todi e l’arte in Umbria nel Duecento” sarà ospitata nei Palazzi Comunali, Museo Pinacoteca di Todi, dal 2 dicembre 2006 al 3 giugno maggio 2007.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >