Dal 7 al 13 settembre

Tutto pronto per la Milano Art Week 2020

Pascale Marthine Tayou, Coloris, 2018 | Foto: © Alberto Fanelli. Courtesy ArtLine Milano
 

Samantha De Martin

28/08/2020

Milano - Milano riparte dall’arte. Riappropriandosi, tra cautela e fiducia, del proprio ruolo di protagonista nell’agenda artistica e culturale nazionale, la città scalda i motori in vista di un’edizione speciale della Milano Art Week, in programma quest’anno dal 7 al 13 settembre.
Il ricco calendario di mostre, inaugurazioni e iniziative promosse dal Comune di Milano sarà fruibile in presenza, in collaborazione con Miart - la fiera internazionale e di arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano - che invece quest’anno si terrà dall’11 al 13 settembre esclusivamente in versione digitale sul sito ufficiale, in attesa della prossima edizione già fissata per l’aprile 2021.


Fondazione Prada, The porcelain room. Courtesy Comune di Milano

“Abbiamo riprogrammato tutti gli appuntamenti – spiega l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – mantenendo tuttavia lo stretto legame con Miart. La Milano Art Week avrà molte iniziative digitali, ma la maggior parte degli appuntamenti si svolgerà in presenza, nel rispetto dei protocolli legati all’emergenza sanitaria. Questa edizione è il frutto di una straordinaria collaborazione tra istituzioni e vedrà molte aperture straordinarie, iniziative speciali, mostre, visite guidate. Anche quest’anno abbiamo voluto mantenere questo importante appuntamento con l’arte contemporanea per dare il segno della vitalità delle istituzioni e delle gallerie che operano nel settore, pur con tutte le limitazioni che l’emergenza sanitaria impone”.
E infatti nella costruzione dell'agenda di iniziative dedicate all’arte moderna e contemporanea saranno coinvolte istituzioni, fondazioni, soggetti pubblici e privati che apriranno al pubblico i propri spazi espositivi oppure offriranno contenuti di approfondimento on line e in streaming.

È stata confermata anche per il 2020 la main partnership con Banca Generali che, durante tutta la giornata del 12 settembre, offrirà al pubblico l’ingresso gratuito al Museo del Novecento (l’accesso è contingentato ed è consigliata la prenotazione sul sito). La presenza di Banca Generali arricchisce, per il secondo anno, il calendario di iniziative digitali della Milano Art Week con una mostra fotografica virtuale a scopo benefico, dedicata agli scatti di Michele Alassio che ritraggono una Venezia surreale immortalata durante il lockdown.
Sempre al Museo del Novecento, oltre al focus dedicato al pittore astrattista Valentino Vago, Sguardo sulle collezioni, si potrà ammirare durante l’Art Week l’esposizione dell’opera vincitrice del "Premio Acacia" e l’apertura della personale dedicata a Franco Guerzoni, dal titolo Accudire il frammento, una trentina di grandi tele e carte recenti, alcune "Archeologie" nate dalla collaborazione con Luigi Ghirri.


Letizia Fornasieri, Pesci rossi, viola, bianchi, 2019 | © Letizia Fornasieri

Spostandosi all’Acquario Civico, l'appuntamento, fino al 20 settembre, è con le Confluenze di Letizia Fornasieri, un approfondimento dedicato ai paesaggi acquatici della Lombardia ritratti su tela.

L’Art Week abbraccia anche il web e i canali social di Gallerie d’Italia dove verranno pubblicati giornalmente una serie di approfondimenti su Cantiere del ‘900 – opere dalle collezioni Intesa Sanpaolo, il progetto dedicato alla valorizzazione della collezione di opere del XX e XXI secolo.

La Casa degli Artisti cambierà, invece, temporaneamente nome diventando Casa delle Artiste, in occasione dell’intervento concepito dal collettivo di artiste Gina X, in occasione della loro prima comparsa pubblica.


Liu Ye, Daydream, 1997, Acrilico su tela, 40 x 30 cm, Collezione privata, Hong Kong / Private Collection, Hong Kong

Dalle opere grafiche inedite di Ugo La Pietra, accolte fino al 13 settembre, alla Casa Museo Boschi Di Stefano, alla mostra Storytelling – che svela, alla Fondazione Prada, l’immaginario intimo e sensuale del pittore cinese Liu Ye – il programma dell’Art Week si preannuncia ricco. Ma anche denso di novità.
Tra le sorprese di quest’anno spicca infatti la presenza associata di un gruppo di importanti gallerie d’arte contemporanea milanesi che, mercoledì 9 settembre, lasceranno aperti i loro spazi, dalle 15 alle 22, per una “maratona” di eventi speciali, il cui programma è disponibile sul sito ufficiale dell'iniziativa.
Sabato, 12 settembre si terrà invece Art Night, una serata speciale di inaugurazioni, performance ed eventi organizzati dagli spazi non-profit milanesi.

Gli scatti della celebre fotografa austriaca Inge Morath, simili a pagine di un diario di vita, saranno al centro di un’ampia retrospettiva al Museo Diocesano Carlo Maria Martini. I Chiostri di Sant’Eustorgio ospiteranno anche, fino al 4 ottobre, un prezioso nucleo di pitture, sculture, incisioni, provenienti dalla Collezione di Arte Contemporanea dei Musei del Papa, frutto dell’estro dei maestri francesi Paul Gauguin, Auguste Rodin, Maurice Denis, Georges Rouault, Marc Chagall, Henri Matisse, che traggono ispirazione dalla Passione di Cristo.


Inge Morath, Audrey Hepburn sul set del film "Unforgiven", Messico, 1959 | © Fotohof archiv / Inge Morath / Magnum Photos

La Milano Art Week tocca anche le sale di Palazzo Reale dove in Out of the Blue sei affermati artisti cinesi compiono un viaggio nella tradizione della calligrafia lasciandosi ispirare dal medium Alcantara.
Alla Fondazione Stelline la riflessione dell'arte tocca invece i devastanti effetti dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici. GANGA MA è il frutto di una ricerca fotografica decennale sul Gange, un progetto che segue il fiume sacro - esempio emblematico della contraddizione irrisolta tra uomo e ambiente - per oltre 2.500 miglia. Giulio Di Sturco punta il suo obiettivo sul disastro ecologico che affligge il fiume più venerato dell'India, invitando il pubblico ad addentrarsi nell’opera per cogliere, dopo l’iniziale stordimento dell’immagine seducente e poetica, l'incombenza di un mondo tossico e post-apocalittico in un futuro non troppo lontano.

Un focus particolare, in questa edizione 2020, sarà riservato al progetto di arte pubblica Artline, il Parco delle sculture presso Citylife, dove, mercoledì 9 settembre, saranno inaugurate altre due sculture: Beso di Wilfredo Prieto e New Times for Other ideas/new ideas for other times di Maurizio Nannucci.

I musei civici rimarranno aperti per l’intera durata della Milano Art Week, mentre per conoscere gli orari di apertura delle mostre è opportuno consultare i siti web delle singole istituzioni.


Maurizio Nannucci, New Times for Other Ideas _ New Ideas for Other Times, 2020 | Foto: © Alberto Fanelli. Courtesy ArtLine Milano

 Leggi anche:
• Conto alla rovescia per la Milano Art Week 2020


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >