Un archivio pubblico dedicato al padre della Secessione viennese

Tutto l'universo di Gustav Klimt in un "click"

Gustav Klimt, Il bacio, 1907-1908, Olio su tela, 180 x 180 cm, Osterreichische Galerie Belvedere, Vienna
 

Samantha De Martin

23/02/2018

Mondo - Basterà presto un click per essere catapultati nell’universo di Gustav Klimt, tra i dipinti, i disegni, ma anche la vita privata, le fasi crative del pittore austriaco, illustre padre fondatore della Secessione viennese e astro della Vienna di fine Ottocento.

Nell’anno in cui ricorre il centenario della morte del maestro - celebratosi lo scorso 6 febbraio - la Fondazione che reca il suo nome - e che dal 2013 si occupa di svolgere attività di ricerca sulla vita e sull'opera dell'artista, ma anche sul movimento dello Jugendstil e del Modernismo classico - ha deciso di mettere a disposizione di studiosi e appassionati un database pubblico, dedicato al pittore di Giuditta e del celebre Bacio.

Il primo segmento di grande archivio online - che costituirà il primo portale dedicato al maestro - sarà disponibile a partire da giugno, mentre la seconda porzione sarà presentata a settembre 2018.

Attraverso questa piattaforma - che offrirà molteplici informazioni sugli aspetti più disparati relativi alla vita dell’artista e al suo tempo - sarà possibile immergersi nel contesto socio-politico e culturale del Modernismo viennese, con le sue affascinanti personalità ed il suo fervido panorama artistico, letterario, musicale.

 La prima fase del progetto si sofferma sulla corrispondenza personale dell’artista, sui ritratti, sulle fotografie che ritraggono il pioniere del Modernismo Viennese.
«Il Gustav Klimt Database - commentano Sandra Tretter e Peter Weinhäupl della Gustav Klimt Foundation - è una piattaforma di ricerca digitale che offre la prima registrazione virtuale dell’artista, grazie alla quale potremo prontamente accogliere nuove ricerche e offrire, premendo soltanto un pulsante, un’ampia panoramica sulla situazione mondiale della ricerca».

Al momento andando sulla pagina www.klimt-database.com è già disponibile, su un luminoso sfondo verde, una breve presentazione del progetto in inglese e in tedesco. Presto la vita e le opere del fondatore del movimento fiorito sotto l’egida di Pallade Atena prenderanno forma, illuminando un ampio pubblico sull’artista geniale capace di racchiudere nelle singole opere sentimenti e inquietudini di un'epoca tutta protesa verso la modernità.


Leggi anche:


• Viaggi d'arte. La Vienna di Klimt e Schiele


• Guernica "in tasca" grazie alla rivoluzione digitale del Reina Sofia

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE