L'“Architecture Revée”, una mostra su Julio Lafuente

Julio Lafuente, Albergo nella Roccia, Malta
 

05/12/2011

Roma - Con la retrospettiva “Architecture Revée” l’Accademia Reale di Spagna a Roma rende omaggio all’architetto spagnolo Julio Lafuente. Autore di alcuni tra gli edifici più significativi dell’architettura contemporanea, Lafuente vive a Roma da oltre cinquant’anni e mantiene con la città un rapporto speciale: qui ha lasciato i celebri “Ventagli” della Esso alla Magliana, l’Ippodromo di Tor di Valle e l’Air Terminal della Stazione Ostiense. Insieme a foto in bianco e nero e colore e schizzi originali a matita, la mostra, aperta dal 13 dicembre, propone anche alcuni prototipi di design realizzati tra gli anni ‘50 e ‘70. Nell’ultima sala, in un’intervista filmata del 1987, sarà la voce dello stesso architetto Lafuente a raccontare attraverso le immagini delle sue opere, la sua filosofia del vivere e del progettare.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >