La linea turistica invisa ai veneziani finisce in soffitta

Morte del Vaporetto dell’Arte a Venezia

 

L.S.

22/10/2013

Venezia - Le grandi manovre del piano di riordino comunale del traffico in Canal Grande sono cominciate e, partita dei pontili a parte, il primo sacrificio riguarda il discusso servizio del “vaporetto dell’Arte”. L’Actv, società del trasporto pubblico lagunare, attraverso una nota scarna ne ha infatti decretato la sospensione a partire da questa settimana.

Il bateau mouche veneziano, nato per differenziare le linee turistiche, aveva inaugurato le proprie attività all’inizio della stagione estiva del 2012, ma non era mai entrato nelle simpatie degli abitanti che lo vedevano ingombrare le acque del canali e rimanere quasi vuoto.

Nella breve vita del servizio, molte polemiche hanno per questo investito i costi del sistema viario ritenuto inefficace e mal pubblicizzato, ma l’azienda ha sempre rifiutato di ritenerlo un fallimento, e nel delicato frangente della riorganizzazione in corso, ha dichiarato che la sua soppressione nulla ha a che vedere con le perdite e nasce dall’unica esigenza di contribuire alla decongestione del traffico.


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >