Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra

Robert Mapplethorpe, Phillip, 1979 | © Robert Mapplethorpe Foundation | Used by permission

 

Dal 14 Dicembre 2018 al 08 Aprile 2019

Napoli

Luogo: Museo Madre

Indirizzo: Via Luigi Settembrini 79

Orari: Lun - Sab 10 - 19.30 | Dom 10 - 20 | Mar chiuso | La biglietteria chiude un'ora prima

Curatori: Laura Valente, Andrea Viliani

Costo del biglietto: Intero 8 € | Ridotto 4 € | Gratuito: bambini fino a 6 anni, gruppi scuole prenotati e insegnanti accompagnatori, docenti di storia dell’arte, giornalisti con tesserino, guide turistiche ed interpreti, portatori di handicap e loro accompagnatori, dipendenti della Regione Campania, membri ICOM-ICROM, possessori AMACI card, possessori Contemporaneamente Italia card, studenti universitari secondo normativa

Telefono per informazioni: +39 081 1973 7254

E-Mail info: info@madrenapoli.it

Sito ufficiale: http://www.madrenapoli.it


Comunicato Stampa:

Al Madre la retrospettiva Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra / Choreography for an Exhibition, a cura di Laura Valente e Andrea Viliani, dedicata a uno dei più grandi fotografi del XX secolo.
 FOTO: Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra
Organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation di New York, la mostra comprenderà più di 160 opere, allestite in ipotetico dialogo con opere archeologiche, antiche e moderne, e per la prima volta nella storiografia espositiva dell’artista prevederà un inedito e articolato programma performativo, in cui saranno coinvolti alcuni dei più importanti coreografi internazionali.

L’occasione è il trentennale delle prime importanti retrospettive dedicate all’artista, tra cui la mostra itinerante The Perfect Moment, il cui primo capitolo fu presentato all’Institute of Contemporary Art alla University of Pennsylvania di Filadelfia nel dicembre 1988, pochi mesi prima della scomparsa di Mapplethorpe, a 43 anni, il 9 marzo 1989.

Opening: venerdì 14 dicembre ore 19

Leggi anche:
• FOTO: Robert Mapplethorpe. Visioni di un'eterna danza

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI