Tommaso Bet: Nothing Else

Tommaso Bet, Settima cattedrale, 2011, tecnica mista su tela, 125x135 cm.

 

Dal 16 Febbraio 2019 al 31 Marzo 2019

Sacile | Pordenone

Luogo: Palazzo Ragazzoni

Indirizzo: viale Pietro Zancanaro 2

Orari: giovedì e venerdì 15.30-19; sabato e domenica 10-12.30 / 15.30-19

Curatori: Michele Beraldo

Enti promotori:

  • Comune di Sacile in collaborazione con Studio Arte GR di Sacile

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 0434 738016

E-Mail info: studioartegierre@gmail.com


Comunicato Stampa:
Dal 16 febbraio al 31 marzo 2019 a Sacile, nelle sale al primo piano di Palazzo Ragazzoni, si terrà la mostra “Tommaso Bet: Nothing Else”. 
 
In esposizione 30 opere di Tommaso Bet che compongono una personale che attraversa gli ultimi anni del giovane Maestro sacilese, con particolare rilevanza ai cicli dei paesaggi acquorei, dei ritratti celebri e delle composizioni antropomorfiche. Dalla formidabile capacità di questo artista – che non ha ancora toccato i 40 anni – nel coniugare visionarietà, violenza espressiva e radicamento nel suo tempo, scaturiscono prove di straordinaria originalità e di grande forza evocativa. 

La mostra, promossa e organizzata dal Comune di Sacile in collaborazione con Studio Arte GR di Sacile e curata da Michele Beraldo, si articola negli spazi di Palazzo Ragazzoni, partendo dalla Sala degli Affreschi e proseguendo nelle varie sale che avvolgono la Sala del Ballatoio. 
 
L’esposizione, dopo la personale dedicata ad Alberto Pasqual alla fine del 2018, è la seconda tappa dell’ampio progetto immaginato dall’amministrazione comunale di Sacile per rilanciare le potenzialità espositive di Palazzo Ragazzoni. 
 
Tommaso Bet
Nato nel 1980, Tommaso Bet completa la sua formazione presso l’Accademia di Belle Arte di Venezia, dove sviluppa e affina tecniche grafiche, pittoriche e scenografiche e dà inizio alla propria attività espositiva, già dal 2003. Rimane legato alla città lagunare fino al 2008, quando parte alla volta di Zurigo, dove collabora per alcuni anni con importanti gallerie e spazi espositivi privati. Proprio in Svizzera giunge ad una consapevole maturazione stilistica, che infonde riconoscibilità alle sue composizioni e ai suoi soggetti, nonché l’affinamento di una personalissima tecnica pittorica. Forte di queste nuove esperienze, qualche anno dopo si trasferisce a Londra dove continua a lavorare contemporaneamente nell’ambito della ricerca artistica, espositiva e commerciale. Ha esposto in alcune prestigiose sedi museali europee, fra cui il Museo Nazionale d’Arte Moderna di Lubiana, la Fondazione Afro di Roma, Villa Agnelli Brandolini, Pieve di Soligo, TV. Vive e lavora tra Londra e Sacile. 

Inaugurazione: sabato 16 febbraio ore 17.30

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI