Flesh: Warhol & The Cow. Le opere di Andy Warhol alla Vaccheria

Andy Warhol, Liza Minnelli white ground, 1978. Colori acrilici stesi con telai di seta su Lenbnox Museum board, cm. 101,6x101,6. Collezione Rosini Gutman

 

Dal 09 Settembre 2022 al 30 Ottobre 2022

Roma

Luogo: La Vaccheria

Indirizzo: Via Giovanni l'Eltore 35/37

Orari: dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13; sabato e domenica dalle 15 alle 19

Curatori: Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 06 69612221

Sito ufficiale: http://culture.roma.it


Con la mostra “Flesh: Warhol & The Cow. Le opere di Andy Warhol alla Vaccheria” viene inaugurata dopo un lungo lavoro di restauro, La Vaccheria, il nuovo spazio espositivo di Roma Capitale.

L’esposizione, curata da Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei e visitabile gratuitamente fino al 30 ottobre 2022, riproduce un significativo spaccato della produzione dell’artista con 80 opere esposte: dalle Mucche ai Barattoli Campbell, da Liza Minelli a Marilyn, alle copertine di dischi e riviste.

Un viaggio straordinario attraverso l’eclettismo del Re della Pop Art, che presenta oltre 80 opere e oggetti tra i più iconici della produzione artistica di Andy Warhol. Al centro dell’esposizione si colloca “Cow”, opera dell’eccentrica serie che ha per soggetto una mucca riproposta nelle diverse tonalità di colore. La mostra riproduce un significativo spaccato della produzione dell’artista, dalle mucche ai barattoli Campbell, da Liza Minelli a Marilyn, alle copertine di dischi e riviste, mettendo in evidenza il sapiente utilizzo dei colori, enfatizzati da un allestimento luminoso che si ispira ai tubi neon, molto in voga in quegli anni, che esalta le peculiarità della sala espositiva, sorta laddove un tempo sorgeva una stalla.

Le opere esposte fanno parte della Collezione Rosini Gutman curata da Gianfranco Rosini.

Mostra realizzata con il supporto del Gabinetto del Sindaco, dell’Assessorato all’Urbanistica, dell’Assessorato alla Cultura, e con la collaborazione di Zètema Progetto Cultura.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI