I Giovedì della Villa - Kenny Dunkan / Jean Teulé, Claude Sérillon e Muriel Mayette-Holtz

© Kenny Dunkan

 

Dal 23 Febbraio 2017 al 23 Febbraio 2017

Roma

Luogo: Accademia di Francia a Roma - Villa Medici

Indirizzo: viale Trinità dei Monti 1

Orari: h 19 / h 20

Costo del biglietto: ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili

Telefono per informazioni: +39 06 67611

Sito ufficiale: http://www.villamedici.it


Comunicato Stampa:
I GIOVEDÌ DELLA VILLA |#24

Gli Slittamenti artisticidell’artista Kenny Dunkan  e La creatività come un respiro, incontro con gli scrittori Jean Teulé e Claude Sérillon, letture di Muriel Mayette-Holtz

Arte contemporanea e letteratura per I Giovedì della Villa il 23 febbraio a Villa Medici. Giovane artista in residenza all’Accademia di Francia a Roma, Kenny Dunkan coinvolgerà il pubblico nei suoi slittamenti artistici tra storia e arte, e il simbolismo della stessa Villa Medici, mentre due autentiche star della scena intellettuale d’oltralpe, l’eclettico romanziere Jean Teulé e Claude Sérillon, poeta, scrittore e giornalista, discuteranno del processo creativo nella scrittura assieme alla direttrice di Villa Medici Muriel Mayette-Holtz, la quale porterà il pubblico nel vivo dell’universo letterario con la lettura di brani dei due scrittori.
 
Ventinove anni, originario del Guadalupe, Kenny Dunkan ha fatto delfolclore e delle tradizioni popolari il fulcro della sua ricerca artistica, esplicitata in oggetti e sculture ibride, fra artigianato e design, ispirate alle stravaganti parate carnevalesche del suo paese. Nel suo lavoro Dunkan affronta, con sensibilità e leggerezza, temi riguardanti il post-colonialismo e ancora oggi considerati tabù, in particolare la complessità dell’identità creola nel processo di globalizzazione. A Villa Medici l’artista esporrà una serie di lavori realizzati con tecnologie multimediali sovrapposte a tecniche artigianali e industriali, spaziando tra eredità culturale e tradizioni. Una molteplicità di media e di riferimenti per confondere le piste, creare “slittamenti” tra le tematiche affrontate, e ancorarsi allo spirito del tempo.
Kenny Dunkan si è diplomato all’École nationale supérieure des arts appliqués et des métiers d'art Olivier de Serres, poi all’École nationale supérieure des arts décoratifs a Parigi con lode. Nel 2015 è selezionato al Salon de Montrouge dove si aggiudica il premio dell’ADAGP per le Arti plastiche.
 
Spesso ai vertici delle classifiche francesi con i suoi libri - tra i più celebri Les lois de la gravité (2003), Le magasin des suicides (2007) e Le Montespan (2008) - a Villa Medici Jean Teulé presenta i suoi nuovi racconti, raccolti sotto il titolo Comme une respiration (edito in Francia da Juillard). Quaranta brevi storie, nelle quali Teulé fa emergere lo straordinario nella vita delle persone comuni, a volte allegre a volte depresse ma capaci di tutto, grazie allo humor nero di cui ha fatto la sua cifra, e con un lieto fine garantito per tutte. Teulé inizia la sua carriera come fumettista. Le sue opere figurative, in stile punk-rock, sono caratterizzate dall’insofferenza per i luoghi comuni e da un personalissimo senso della tragedia. Inizia a scrivere su consiglio di Élisabeth Gille, direttore editoriale di Julliard, entusiasta delle sue apparizioni in TV. A Villa Medici, Teulé sarà impegnato nella conferenza La creatività come il respiro assieme a Claude Sérillon, scrittore e giornalista televisivo, celebre per la sua scrittura raffinata e uno sguardo disincantato sulla vita pubblica francese. Sérillon ha inziato l’attività giornalistica nel 1970, quando era ancora studente universitario. Il suo ultimo romanzo è La Conversation, scritto contemporaneamente alle 36 poesie raccolte nel volume Vers à moi (entrambi i libri sono pubblicati da Éditions Cent Mille Milliards). Alcune di esse saranno lette a Villa Medici dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz, che ha invitato lo scrittore ai Giovedì della Villa per festeggiare l’uscita del suo primo libro di versi.
 
Nel mese di marzo, gli appuntamenti con i borsisti nell’ambito de I Giovedì della Villa continuano con Olivier Kosta-Théfaine, artista visivo, e il musicista Benjamin Attahir  (2 marzo); Eva Jospin, artista visiva, e Alvise Sinivia, musicista e danzatore (9 marzo); i fotografi Simon Brodbeck e Lucie de Barbuat (16 marzo); Lucia Piccioni, storica dell’arte (23 marzo), che renderà omaggio al grande maestro Jannis Kounellis, recentemente scomparso, che avrebbe dovuto dialogare con lei in questa occasione.
 
Giovedì  23 febbraio 2017 ore 19 e ore 20
Incontri in italiano e francese con traduzione simultanea


 
 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI