Le Storie dell'Arte - Alberto Giacometti e lo spazio che divora | Con Marco Belpoliti

© Ministero per i Beni culturali e Ambientali e del Turismo | Alberto Giacometti, Grande donna, 1960 (part.). Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

 

Dal 25 Marzo 2017 al 25 Marzo 2017

Roma

Luogo: MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo

Costo del biglietto: ingresso € 5; l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo (€ 8) entro una settimana dall’emissione € 4 per i possessori della card myMAXXI; abbonamento speciale myMAXXI per quattro incontri €12

Sito ufficiale: http://www.fondazionemaxxi.it/


Comunicato Stampa:
Un ciclo di lezioni dedicate ai grandi maestri che hanno ripensato e rivoluzionato l’arte degli ultimi sessanta anni

Alberto Giacometti è uno dei principali artisti del Novecento. I temi del suo lavoro sono molteplici e le modalità espressive quasi tutte quelle contemplate dalle arti visive (disegno, dipinto, scultura). Tuttavia, egli pensava di non riuscire a dipingere una mela così come lui la vedeva. Tutta la sua arte era per lui solo un tentavo fallito di ritrarre la realtà. E lo spazio come un cancro che divora tutto. Dallo spazio circoscritto all’interno degli ambienti a quello che circonda le sculture, soprattutto le creazioni di grandi dimensioni concepite per gli spazi pubblici. Giacometti ha davvero fallito nel suo lavoro di artista? O piuttosto il fallimento è il solo modo di essere dell’arte stessa?

Marco Belpoliti, saggista e scrittore, insegna letteratura italiana e arti visive all’Università di Bergamo. Collabora a L’Espresso e La Repubblica e ha scritto vari libri tradotti in alcune lingue straniere.

Sabato 25 marzo 2017 h 11:30 - 13

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: