Dai tempi della peste nera all'emergenza Covid-19: eroi contemporanei in prima linea contro la pandemia

Se per Bansky medici e infermieri sono i supereroi, la National Gallery di Londra li celebra in occasione del 200° anniversario della nascita di Florence Nightingale.

Osannati come i nuovi supereroi, i medici di oggi, affiancati da un esercito di indispensabili collaboratori, in verità non hanno mai smesso di combattere ogni giorno una guerra millenaria per proteggere milioni di persone da un nemico invisibile dai molti nomi. Dalla famigerata peste nera alla pandemia di Covid-19, dagli antichi detentori di una sapienza magica considerata capace di guarire dalle malattie agli eredi contemporanei della medicina di Ippocrate, l'arte onora il coraggio di chi ogni giorno, in ogni dove, combatte con tutte le forze per salvare la vita altrui.

Così nell'Hampshire inglese i dipendenti del pronto soccorso del Southampton General Hospital ricevono in dono da Bansky in persona un'opera intitolata Game Changer raffigurante un bambino che gioca con la sua bambola-infermiera, dotata di maschera e mantello proprio come i supereroi della tradizione, momentaneamente accantonati nel cesto dei giocattoli, per ringraziarli per tutto ciò che stanno facendo nella speranza che il posto in cui la loro estenuante lotta quotidiana ha luogo ne venga un po' illumitato "anche se solo in bianco e nero". "

La National Gallery di Londra si appresta invece a celebrare medici, guaritori e assistenti sanitari invitando i suoi visitatori a scoprire online i dipinti della propria Collezione. L'occasione è la Giornata Internazionale degli Infermieri, che si tiene tradizionalmente il 12 maggio, anniversario della nascita di Florence Nightingale (Firenze, 1820 - Londra, 1910), l'infermiera britannica conosciuta come "la signora con la lanterna"  e considerata la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna.


Per saperne di più visita il sito ufficiale della National Gallery:
Poiché l'attuale crisi sanitaria che sta influenzando la vita di così tante persone in tutto il mondo ha messo in evidenza lo straordinario lavoro svolto da medici, guaritori e altri operatori sanitari, la National Gallery vorrebbe rendere omaggio a queste professioni e riflettere il ruolo che le arti possono avere sul benessere delle persone in questo momento inquietante. L'arte ha il potere di trasformare la vita e può essere una grande fonte di conforto, speranza e forza. I dipinti, presentati in ordine cronologico, presentano ritratti di medici e altri professionisti nel campo della della salute e sottolineano anche l'interessante sinergia tra la saggezza e il valore terapeutico delle arti e la conoscenza delle scienze.
 

FOTO


Da Banksy alla National Gallery: l'arte celebra medici e infermieri come i supereroi di oggi

Master of Liesborn, Santi Cosma e Damiano e la Vergine: Frammento della scena della Crocifissione, Probabilmente 1470-1480, Olio su tela, Trasferito da quercia, 54.9 x 72.1 cm | © The National Gallery, London
Master of Liesborn, Santi Cosma e Damiano e la Vergine: Frammento della scena della Crocifissione, Probabilmente 1470-1480, Olio su tela, Trasferito da quercia, 54.9 x 72.1 cm | © The National Gallery, London
   
 
  • Master of Liesborn, Santi Cosma e Damiano e la Vergine: Frammento della scena della Crocifissione, Probabilmente 1470-1480, Olio su tela, Trasferito da quercia, 54.9 x 72.1 cm | © The National Gallery, London
  • Bottega di Andrea del Verrocchio, Tobia e l'Angelo, 1470-1475 circa, Tempera su legno, 83.6 x 66 cm | © The National Gallery, London | Celebre rappresentazione dell'Arcangelo Raffaele e del suo leggendario aiuto a Tobia in viaggio, che come dal racconto biblico trasporta il pesce che l'Angelo gli ha fatto catturare nel Tigri salvandolo dal morso che l'animale stava per dargli e con la bile del quale il ragazzo guarirà il padre dalla cecità.
  • Tiziano Vecellio (1490 - 1576), Ritratto di Girolamo Fracastoro, 1528 circa, Olo su tela, 84 x 73.5 cm | © The National Gallery, London | Girolamo Fracastoro (Verona, 1476-1478 circa - Affi, 1553) medico, filosofo, astronomo, geografo e letterato, è considerato uno dei più grandi medici di tutti i tempi.
  • Gonzales Coques, Tatto, Ante 1661, Olio su quercia, 25.1 x 19.4 cm | © The National Gallery, London | Uno dei cinque dipinti di Gonzales Coques raffiguranti i cinque sensi, tema comune per la pittura nei Paesi Bassi del XVII secolo. Il Tatto è impersonato da un uomo con la manica rimboccata sul braccio sanguinante, una procedura che si credeva potesse aiutare a curare o prevenire alcune condizioni mediche. Il sangue era probabilmente associato al senso del tatto.
  • Peter Paul Rubens, Ritratto di Ludovicus Nonnius, 1627 circa, Olio su tavola, 124.4 x 92.2 cm | © The National Gallery, London | Ludovicus Nonnius (1553 - 1645) fu medico e antiquario di una famiglia portoghese che lavorava ad Anversa ai tempi di Rubens
  • Lorenzo Lotto, Il medico Giovanni Agostino della Torre e suo figlio Niccolò , 1515-1516 circa, Olio su tela, 85 x 68.2 cm | © The National Gallery, London | Agli inizi del XVI secolo Giovanni Agostino della Torre e suo figlio Niccolò esercitavano a Bergamo l'attività medica e quella di farmacisti con una bottega sulla Piazza Vecchia, dove vendevano il vetriolo di ferro estratto nella località di Gandellino in alta Val Seriana.
  • Aelbert Cuyp, Ritratto di Cornelis van Someren, 1649, Olio su auercia, 68.9 x 60.2 cm | © The National Gallery, London | È ormai consolidata l'ipotesi che il protagonista di questo raro ritratto eseguito da Aelbert Cuyp, famoso per i suoi paesaggi, sia Cornelis van Someren (1593 - 1649), eminente medico di Dordrecht che nel 1649 che aveva 56 anni.
  • Thomas Gainsborough, Dr Ralph Schomberg, 1770 circa, Olio su tela, 233 x 153.5 cm | © The National Gallery, London | Ralph o Raphael Schomberg (1714 - 1792) era un medico britannico noto nel XVII secolo.
  • Eustache Le Sueur, Alessandro e il suo dottore, 1648-1649 circa, Olio su tela, 96 x 96 cm | © The National Gallery, London | Alessandro Magno (356-323 a.C.) giace a letto malato e beve fiducioso la medicina datagli dal suo medico Filippo, che sta leggendo ad alta voce la lettera in cui lo si accusa di tradimento contro il suo stesso re.
  • Henrietta Rae, The lady with the lamp (Miss Nightingale at Scutari), 1881-1891, Litografia a colori, Da R. Burgess, Portraits of doctors & scientists in the Wellcome Institute, London 1973 | Florence Nightingale (1820 - 1910) fu la prima ad applicare il metodo scientifico attraverso l'utilizzo della statistica. Numerosi sono i tributi in sua memoria nel mondo. L'Asteroide 3122 Florence, scoperto nel 1981 da Schelte John Bus, porta il suo nome.
  • Banksy, Game Changer, 2020 | L'opera rimarrà in mostra al Southampton General Hospital fino all'autunno 2020, quando verrà messo all'asta per raccogliere fondi per enti di beneficenza del Servizio Sanitario Nazionale britannico
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Dall'underground al cinema: BANKSY – L'arte della ribellione foto | Al cinema | Il 26, 27 e 28 ottobre 2020 Dall'underground al cinema: BANKSY – L'arte della ribellione Arriva sul grande schermo la vera storia dello street artist più famoso al mondo.   Dal Neogene a Marzia Migliora: Lo Spettro di Malthus foto | Gallarate | Museo MA*GA | Dal 10 ottobre al 13 dicembre 2020 Dal Neogene a Marzia Migliora: Lo Spettro di Malthus Il viaggio personale di dell'artista contemporanea nelle antiche miniere di sale della Sicilia.   Cinque mostre da non perdere in autunno - Italia 2020 foto | Mostre imperdibili nell'autunno 2020 Cinque mostre da non perdere in autunno - Italia 2020 Le mostre da segnare in agenda per un autunno all'insegna della grande arte.   La Rivoluzione siamo noi. Collezionismo italiano contemporaneo foto | XNL Piacenza Contemporanea / Galleria Ricci Oddi | Dal 26 settembre 2020 al 10 gennaio 2021 La Rivoluzione siamo noi. Collezionismo italiano contemporaneo Al Centro XNL di Piacenza cinquant'anni di collezionismo italiano raccontano il tempo presente.   Il fascino dannato di Modigliani foto | Al cinema | 12, 13, 14 ottobre 2020 Il fascino dannato di Modigliani Il cinema onora con un docu-film esclusivo uno tra i più grandi artisti del XX secolo nel centenario dalla morte.   Il carosello onirico di Paolo Ventura foto | Torino | CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia | Dal 17 settembre all'8 dicembre 2020 Il carosello onirico di Paolo Ventura In mostra a Torino l'universo fiabesco e surreale del poliedrico artista milanese.   La rinascita dell'Agnello Mistico foto | Gand | MSK - Museum of Fine Arts | Dal 1° febbraio al 30 aprile 2020 La rinascita dell'Agnello Mistico L’Agnello Mistico di Van Eyck prima e dopo il restauro, tra capolavori del primo Rinascimento italiano e opere successive ispirate al Polittico.   La Scapigliatura: Avanguardia ante litteram foto | Lecco | Palazzo delle Paure 17 | Dal settembre 2020 al 10 gennaio 2021 La Scapigliatura: Avanguardia ante litteram In mostra a Lecco le opere dei cosiddetti scapigliati, figli della bohème italiana.   Back to Nature: a Villa Borghese visioni di una nuova armonia cosmica foto | Roma | Villa Borghese| Dal 15 settembre al 13 dicembre 2020 Back to Nature: a Villa Borghese visioni di una nuova armonia cosmica L'arte contemporanea si immerge nella natura invitando tutti a partecipare alla creazione di una futura sintonia universale.   Corrispondenze sul filo del contemporaneo: Caravaggio, Burri, Pasolini foto | Rovereto | Mart | Dal 10 ottobre al 9 dicembre 2020 Corrispondenze sul filo del contemporaneo: Caravaggio, Burri, Pasolini Epoche lontane tra loro si confrontano al Mart, che propone nuove chiavi di lettura dell’arte italiana, alla ricerca delle connessioni tra la storia, i grandi classici e i linguaggi del XX secolo.   Shepard Fairey + Sten Lex. Tra dissenso e rinascita foto | Roma | Galleria d'Arte Moderna | Dal 17 settembre al 22 novembre 2020 Shepard Fairey + Sten Lex. Tra dissenso e rinascita Oltre i confini dell'arte: incontri a Romarama, il programma di eventi culturali promosso da Roma Capitale.Shepard Fairey. 3 decades of dissent + Sten Lex. Rinascita   L’ultimo romantico foto | Parma | Fondazione Magnani-Rocca | Dal 12 settembre al 13 dicembre 2020 L’ultimo romantico Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 dedica una grande mostra in tributo a Luigi Magnani, tra i più eminenti uomini di cultura del suo tempo.